Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Un milione di specie a rischio di estinzione – NRK Urix – Notizie e documentari esteri

La pesca illegale e altri reati legati alla pesca contribuiscono al bracconaggio in tutto il mondo. Un rapporto delle Nazioni Unite del 2022 ha mostrato che oltre un terzo degli stock ittici mondiali è sovrasfruttato.

La Commissione Natura ha riferito nel 2019 che lo sfruttamento delle specie selvatiche è un motivo importante per cui un milione di specie è minacciata di estinzione.

La Commissione per la Natura delle Nazioni Unite ha presentato oggi un nuovo rapporto sull’uso delle specie selvatiche.

L’uso di specie selvatiche per la pesca, la raccolta, la raccolta e la raccolta di animali selvatici, nonché per la caccia, è stato mappato negli ultimi 20 anni.

I risultati mostrano che l’uso è aumentato nella maggior parte dei casi. Il rapporto dice che non è sostenibile.

Un pescatore in Ungheria usa le reti da pesca per catturare il suo pescato.

Foto: Attila Balazs/AP

– sexy

Il mondo sta assistendo a una drammatica e crescente perdita di diversità nella natura a causa dell’attività umana, dice Nina Vik, responsabile della materia presso l’Agenzia norvegese per l’ambiente, dice a NRK.

L’ultimo rapporto fornisce conoscenze e strumenti per l’uso sostenibile delle specie selvatiche. Questi includono Piante, animali, funghi e alghesecondo l’Agenzia norvegese per l’ambiente.

Il rapporto aiuterà a sviluppare e attuare il nuovo quadro internazionale che sarà adottato al Vertice sulla natura a Montreal, in Canada, a dicembre, afferma Vick.

Non ci sono alternative

Una persona su cinque dipende dalle specie selvatiche per reddito e cibo.

Coloro che vivono al di sotto della soglia di povertà dipendono soprattutto dalle specie selvatiche.

Le persone che vivono nei paesi in via di sviluppo sono le più esposte a un uso non sostenibile. Il francese Jean-Marc Fromentin afferma nel suo rapporto a Nature che la mancanza di alternative li costringe a sfruttare le specie già esposte.Squadra.

Hughst

L’immagine mostra il taglio della foresta pluviale nella regione amazzonica.

Foto: Ricardo Oliveira/AFP

Il rapporto lo mostra 50.000 specie selvatiche al giorno servono i bisogni di miliardi di persone in tutto il mondo. Sono usati per energia, materiali, medicinali e altro ancora. Più di 10.000 specie sono utilizzate come cibo per l’uomo.

Nuovo rapporto sui valori della natura

La Commissione per la Natura delle Nazioni Unite terrà la sua nona sessione plenaria questa settimana a Bonn, in Germania.

Per quattro anni, 85 esperti da tutto il mondo hanno studiato l’uso sostenibile delle specie selvatiche. Giovedì 139 paesi hanno accettato il rapporto, secondo l’Agenzia norvegese per l’ambiente.

L’11 luglio verrà lanciato un nuovo rapporto della Commissione Natura delle Nazioni Unite, che Si tratta di apprezzare la natura. Il rapporto dovrebbe fornire una base per comprendere e osservare i valori della natura. L’obiettivo è fermare la crisi climatica e raggiungere gli obiettivi di sostenibilità.

La Commissione per la natura delle Nazioni Unite è stata istituita nel 2012 per coordinare la scienza e la politica all’interno della biodiversità e dell’ecosistema. Ha un ruolo simile al Panel delle Nazioni Unite sul clima.

La pressione sulla natura è insostenibile

Caroline Andor, Segretario Generale del WWF del WWF, ritiene che il rapporto non lasci spazio a dubbi.

La pressione che mettiamo sulla natura è violenta e intollerabile. Servono misure urgenti per cambiare rotta.

Crede che una nuova convenzione globale sulla natura sarà più importante che mai. Le nazioni del mondo devono impegnarsi a migliorare la gestione della natura e ad arrestare la perdita della natura.

La buona notizia è che possiamo fare qualcosa per risolvere la situazione. Andor afferma che l’uso sostenibile ed equo delle specie selvatiche è possibile se affrontiamo la crisi naturale da una prospettiva sia sociale che ambientale e osserva che abbiamo molto da imparare dall’uso sostenibile della natura da parte delle popolazioni indigene.

READ  Battaglia per il clima - C'è solo un fatto