Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Vuole preparare una nuova strategia di ricerca sui diritti di proprietà

La Biblioteca dell’Università NTNU sarà organizzata in modo nuovo dal 1 giugno. Allo stesso tempo, il consiglio della biblioteca di nuova creazione garantirà di avere una visione completa dell’evoluzione delle attività della biblioteca.

Il nuovo consiglio delle biblioteche di NTNU ha discusso questioni importanti e importanti quando si è riunito per la prima volta lunedì.

– Il denominatore comune oggi era la scienza aperta, con la biblioteca universitaria che svolge un ruolo importante come responsabile della politica NTNU nella regione, ha affermato il direttore della biblioteca Sigurd Eriksson subito dopo la prima riunione del consiglio.

fatti

Consiglio della Biblioteca

Autorizzazione:

Il Consiglio della Biblioteca della NTNU fornisce consulenza al Rettore sugli obiettivi generali, le priorità e le strategie della Biblioteca di Ateneo, nel quadro delle leggi, degli statuti e dei regolamenti applicabili, nonché delle decisioni del Consiglio e del Rettore.

I principali temi che saranno presi in considerazione dal Consiglio della Biblioteca saranno:

  • Gli obiettivi generali, le priorità ei servizi delle attività della Biblioteca di Ateneo
  • Strategie e piani a lungo termine, con particolare attenzione alla strategia di supporto della NTNU nell’istruzione, nella ricerca, nel lavoro di sviluppo tecnico, nell’innovazione, nell’innovazione e nella diffusione.
  • Piano annuale e budget per la biblioteca universitaria

I membri del comitato sono:

  • Aurora Dahl, Vice Preside del College of Humanities
  • Jesper A. Pedersen, Vice Preside, College of Social Sciences and Education
  • Karina Matissen, Vice Preside della Facoltà di Scienze
  • Astrid Stadheim, Vice Preside della Facoltà di Ingegneria
  • Torstein Baade Bø, Facoltà di Medicina e Scienze della Salute
  • Ron Folden, capo del dipartimento, dipartimento di tecnologia dell’informazione, della comunicazione e della scienza, Ålesund
  • Jürgen Walseth, studente
  • Jens Feigen, responsabile degli archivi, servizio di informazione scientifica al CERN

Il Consiglio della Biblioteca consiglia al Presidente dell’Ateneo sugli obiettivi generali, le priorità e le strategie della Biblioteca di Ateneo (UB), vedi mandato discusso nel riquadro dei fatti.

Il consiglio seguirà anche il quadro della letteratura e dell’editoria, che quest’anno è ammontato a 140 milioni di NOK. Consente di garantire che il personale e gli studenti abbiano accesso alla conoscenza e che i ricercatori ottengano nuove conoscenze pubblicate nei canali in cui ritengono idonei alla diffusione.

READ  Expression, Ospedale Østfold | È una routine chiedere ai pazienti esausti di Calens di cambiare stanza nel cuore della notte?

Secondo il direttore della biblioteca, il quadro non dovrebbe essere particolarmente ampio nei prossimi anni. Allo stesso tempo, aumentano i prezzi nell’accordo editoriale. Quindi il Consiglio della Biblioteca dovrebbe fornire consigli su come dare priorità all’uso del framework.

È necessario perché non avremo mai accesso alla copertina, accesso a tutto ciò che vogliamo dalle nuove riviste e riviste in arrivo, che stanno aumentando quasi in modo esponenziale.

Alla prima riunione del Consiglio delle biblioteche ha partecipato anche Tor Grande, vicepresidente per la ricerca e l’editoria. È responsabile di NTNU UB all’università.

La discussione su come utilizzare correttamente le risorse relative alla scienza aperta sarà importante e impegnativa, dice a Universitetsavisa.

Il primo incontro del nuovissimo consiglio della biblioteca. Da sinistra: Jürgen Walseth, Astrid Stadheim, Jesper A. Pedersen, Ron Folden, Torsten Buddy Bowe, Jens Vision, Karina Matisen, il segretario Oslaug Mustad, Sigurd Ericsson e Tor Grande. Aurora Dal non era presente quando è stata scattata la foto.

Ti riservi i diritti a te stesso

Una questione importante che alla fine diventerà una questione decisionale è se NTNU introdurrà una strategia di conservazione. In qualità di ricercatore, ti sarà quindi permesso di mantenere i diritti sul tuo lavoro invece di cedere i diritti agli editori, come avviene oggi. Gli articoli sottoposti a revisione paritaria vengono archiviati e resi pubblicamente disponibili.

– C’è stato un grande sostegno nel proporre una tale strategia sui diritti umani nel Consiglio della Biblioteca. Si spera che NTNU resti indietro. Grandi afferma che la proposta è anche legata all’ambizione nazionale di avere tutta la conoscenza apertamente disponibile fino al 2024.

L’Università di Tromsø lo ha già fatto Adotta una tale strategia entrato in vigore il 1° gennaio di quest’anno. L’obiettivo è fornire un accesso aperto e verde a tutta la letteratura di ricerca, non solo a quelle con finanziamenti esterni.

READ  Quanto può durare?

Per la parte NTNU coinvolge accesso verde aperto Che tu, come autore, rendi disponibile pubblicamente una versione peer-reviewed del tuo articolo attraverso l’autoarchiviazione in archivi istituzionali digitali (es. NTNU Open), archivi accademici (es. PubMed Central, o attraverso profili di rete di ricercatori, come Researchgate e Academia.

La strategia per i diritti di UiT prevede che, indipendentemente dal canale di pubblicazione, le copie complete degli articoli accademici scritti dal personale e dagli studenti debbano essere caricate continuamente nel registro nazionale, che oggi si chiama Christine.

Più visite fisiche durante una pandemia

Tutto è connesso a tutto, come diceva l’ex primo ministro Brundtland. Non applicabile qui. Sebbene, secondo Erickson, fosse un buon momento per l’istituzione del Consiglio della Biblioteca prima che la Biblioteca universitaria attuasse la sua riorganizzazione il 1 giugno, il Consiglio sarebbe arrivato comunque.

La nuova istituzione avrà il principio che, indipendentemente da dove ti trovi in ​​Norvegia, lo studente e il dipendente riceveranno la stessa offerta di servizio, afferma Grande.

Sono successe molte cose in questo campo da quando Grande era una studentessa di dottorato. Ha visitato regolarmente la biblioteca per ottenere la letteratura relativa alla tesi.

– Negli ultimi 10-20 anni, da allora non ho quasi messo le gambe lì e molto è stato digitalizzato. Tutto è completamente diverso oggi quando la conoscenza è quasi disponibile. Allo stesso tempo, diventa molto facile dire che tutto è diventato virtuale. Le biblioteche sono importanti luoghi di incontro e lo spazio fisico ha una serie di valori molto importanti.

Ericsson aggiunge che il numero di visite fisiche è aumentato durante la pandemia.

Alcuni membri del personale dell’Università di Buffalo hanno sottolineato quanto fossero importanti le 15 biblioteche per i 44.000 studenti NTNU e i quasi 8.000 dipendenti in un posto di lavoro alcuni anni fa. “La biblioteca – il cuore pulsante dell’università”, hanno chiamato l’azienda.

READ  Vacanza con il cappello? itromso.no

Nuova divisione in sezioni

13 biblioteche sparse nel campus di Trondheim. Inoltre, c’è una biblioteca ad Alesund e un’altra a Gjovik. La riorganizzazione comporterà due divisioni in meno rispetto a prima e le cinque nuove divisioni ne avranno una nuova:

1) Supportare la ricerca e l’analisi dei dati relativi ai dati della ricerca

2) Supportare l’insegnamento e l’apprendimento

3) La biblioteca, il luogo della conoscenza e dell’ispirazione: qui sono raccolte tutte le biblioteche e la biblioteca virtuale

4) Comunicazione, innovazione ed efficienza

5) Gruppi, risorse e servizi digitali, questo dovrebbe supportare altri dipartimenti stipulando accordi, essendo responsabile di gruppi privati ​​e operando e mantenendo servizi digitali.

Così i capi delle sette divisioni saranno ridotti a cinque nella nuova organizzazione. Due di queste posizioni sono state annunciate come capo dipartimento e tre saranno ricoperte tramite collocamento. Nessun dipendente avrebbe perso il lavoro in questo processo di ristrutturazione, che era una premessa ovvia.

Uno dei principi importanti nella nuova organizzazione sarà quello di lavorare in team, in team autogestiti in sedi fisiche e ambienti professionali. Ericsson afferma che sarà sviluppato un piano completo per aumentare l’efficienza del lavoro in team.

– In UB, è fantastico con competenza nelle persone e in molti piccoli ambienti. Sono sopraffatto dall’esperienza che esiste. Concentrandoci maggiormente sull’organizzazione del lavoro in team, saremo in grado di condividere questa competenza nell’organizzazione in modo che più persone imparino cosa, ad esempio, un collega di Dragvoll potrebbe fare oggi, afferma Erickson.

Oggi in UB ci sono anche molte squadre e piccoli gruppi, ma ora interagiranno di più in squadre, cosa nuova per molti.

– La cosa buona di NTNU è che c’è competenza in tutto, incluso il lavoro di squadra. Abbiamo stabilito una collaborazione con Endre Sjøvold e Frode Heldal presso la Norwegian School of Management per beneficiare della loro esperienza nella regione. Il lavoro di squadra sarà la prima priorità nello sviluppo futuro di UB.

È stata una giornata divertente, dice il bibliotecario, che passa molto tempo quando una nuova organizzazione entrerà in vigore a partire dal 1 giugno.

La parte più difficile sarà: implementare e realizzare ciò che vogliamo ottenere riorganizzando.