Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Greci non pagati Avvocato italiano – NRK Norvegia – Panoramica delle notizie da varie parti del Paese

Najmuddin Faraj Ahmed, popolarmente noto come “Mulla Gregor” in Norvegia, è attualmente imprigionato in Italia. Il 63enne è stato espulso dalla Norvegia nel marzo dello scorso anno.

Ahmed è stato condannato a 12 anni di carcere per attività terroristiche ed è in attesa di processo presso la Corte Suprema italiana. Ma ora il caso è ancora pendente, dice il suo avvocato norvegese, Bringer Meling.

Il motivo è che l’avvocato italiano di Gregor non è stato pagato.

Specie in fusione

La famiglia di Gregor ha lanciato una campagna di raccolta fondi per l’avvocato italiano di 64 anni Vitoria Platy, condannato per terrorismo. Melling dice che il denaro è stato accantonato per l’assistenza legale e non c’è dubbio che dovrebbe andare alle condizioni legali.

L’avvocato Bringer Melling.

Foto: Kisl Jurgenson / NRK

Ma Sandnus Sberbank ha bloccato conti con circa 50.000 NOK per le transazioni in uscita.

– Abbiamo scelto di aprire un conto cliente separato con il suo nome. È membro dell’ONU. Il nostro collegamento bancario è obbligato a bloccare il denaro fino a quando non viene inserito nell’elenco dei terroristi. Solo il ministero può aprirlo, quindi l’avvocato può essere pagato per aiutare Mulla Gregor, dice Meling.

L’account è stato creato da AdvocateFirmate Meling AS ed è contrassegnato come «Najmuddin Faraj Ahmed name.

In una dichiarazione, la banca ha scritto di essere stata costretta a trattenere denaro in linea con le attuali sanzioni contro le organizzazioni terroristiche. Gregor è all’ONU dal 2011. È sulla lista del terrore.

Melling ora infuria contro le autorità norvegesi.

– Contrariamente a quanto ritengono le autorità norvegesi, la Grecia non riceve assistenza legale gratuita. Prima respingi la domanda di gratuito patrocinio in Norvegia e poi mandi la persona in Italia. Poi confiscate i soldi raccolti in Italia. Qui stai facendo quello che puoi per porre fine all’omicidio della giustizia.

Stanza delle visite alla famiglia nella prigione di Kongswinger

Conversazioni dalla sala visite della prigione di Kongswinger, parte centrale della sentenza per terroristi contro Najmuddin Faraj Ahmed.

Foto: Audon Torstolon / NRK

Nessun contatto diretto

I regolamenti stabiliscono che le autorità norvegesi possono esentare i costi del patrocinio a spese dello Stato. La banca ha detto in una e-mail che “la banca non può rimuovere il blocco fino a quando il ministero degli Esteri non decide di farlo”.

Così Meling ha chiesto al ministero degli Esteri di rilasciare immediatamente i soldi all’ex leader della guerriglia.

– Dev’essere successo molto tempo fa. Abbiamo inviato un promemoria entro il fine settimana e speriamo che venga risolto presto.

Gregor è in carcere a Milano. Nel luglio dello scorso anno, Gregor ha perso in un round di ancoraggio. La sua famiglia ha scritto in una e-mail all’NRK che hanno risposto che il greco aveva contatti minimi con la sua guardia del corpo italiana.

– Ancora, un anno dopo, non sono stato in contatto diretto con lui. Parla per una settimana in collegamento video con la famiglia. Non ha ancora ricevuto la visita di un avvocato. Questo per confermare ciò di cui siamo preoccupati, dice Meling, che è una farsa.

Nel marzo 2012, il Mulla Gregor ha preso parte a una manifestazione contro l’incendio del Corano a Oslo. Alla protesta ha preso parte anche un cittadino italiano, al termine della quale è stato condannato per far parte della rete terroristica di Gregor.

UT: – Obbligatorio ai sensi del diritto internazionale

Il ministero degli Esteri non è disponibile per un colloquio, ma conferma di avere un’indagine sul processo. In un’e-mail a NRK, il consulente per le comunicazioni Siri R. Swentson scrive che l’affermazione di Melling non è stata approvata dal Dipartimento di Stato.

Swentsen scrive anche che la Norvegia è obbligata dal diritto internazionale ad attuare le sanzioni imposte dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Siri R.  Sventson, consigliere per la comunicazione presso il ministero degli Affari esteri

Siri R. Sventson, consigliere per la comunicazione presso il ministero degli Affari esteri.

Foto: Ministero degli Affari Esteri / Stampa

Il Ministero garantisce generalmente che le persone che hanno congelato i loro fondi dopo essere state elencate possano essere esentate dai costi per andare al patrocinio a spese dello Stato. Presenta un dialogo tra lo Stato finanziariamente paralizzato e il comitato per l’embargo.

“Per poter determinare se un pagamento o una transazione rientra nell’eccezione di un conto congelato, è necessaria una stima approssimativa dei costi, ad esempio sotto forma di fattura o simili”, scrive Swentsen.

Una risposta con una formulazione simile è stata inviata anche a Bringer Melling.

“Solo quando questo sarà in atto il ministero potrà contattare l’embargo Onu e chiarire se è possibile effettuare il pagamento”, ha risposto il ministero degli Esteri.

In un’udienza in tribunale relativa all’estradizione nel dicembre 2019, Gregor ha affermato che il verdetto del terrorismo italiano era un “bagaglio di bugie”.

READ  Adatto per primavera, estate o autunno