Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La pace peggio della guerra

Un romanzo semi-documentario con un’idea migliore dell’esecuzione.

Marco Paulzano è uno scrittore e scrittore italiano, nato nel 1978 a Milano. Insegna letteratura all’università lì.
Pubblicato: Pubblicato:

Grado: da 6 a 4

Marco Balzano: “Sono proprio qui”. Romanzo. 272 pagine. Tradotto da Astrid Nordong. Kursley Berg Forlock

Immagina di fuggire dalla fattoria e di atterrare con i nazisti alle calcagna, dormendo all’aria aperta, morendo di fame, mangiando erba bollita e vivendo per molti anni in una fattoria dell’isola. Solo allora avverrà la pace. Le autorità del tuo paese hanno deciso di costruire una diga vicino al tuo villaggio. Chi lo metterà sotto i 21 metri d’acqua.

Questa assurda ambientazione “cenere al fuoco” è il punto di partenza del romanzo recente di Marco Balsano (n. 1978), che si basa su fatti realmente accaduti nelle zone di confine del nord Italia. Oggi è ancora possibile vedere il campanile della chiesa sopra la superficie dell’acqua nel villaggio di Krone. Luogo importante per metà sott’acqua, è diventato una meta turistica. Allo stesso tempo un monumento alla burocrazia fascista e alla costruzione della nazione.

In un interessante commento, Balsano racconta come ha costruito l’azione immaginaria nel romanzo attorno ai fatti reali sullo sviluppo della diga nel dopoguerra. Ciò che è alquanto paradossale è che questa parte del libro – dopo che ha effettivamente finito di leggerlo – risalta al meglio. Questo perché l’autore rivela davvero la follia nella storia di questo sviluppo del potere italiano solo nelle pagine dell’epilogo di queste tre o quattro pagine. La rappresentazione di stupidi turisti con bastoncini da selfie in un campanile semiaffondato oggi è completamente diversa dall’altopiano del furgone (n) dell’epoca. Sarebbe stata una soluzione migliore se questa parte del testo fosse stata ampliata in una sorta di dichiarazione storica, piuttosto che dubitare del formato del romanzo?

READ  Sorrento at Shangri-Laws - Eros Hotel offre agli amanti del cibo italiano un ottimo affare

Avendo vinto così tanti premi per “Sarò qui”, altri critici sarebbero stati molto insoddisfatti di una simile affermazione. E Balzano è bravo, stanco ogni giorno in tempo di pace e la protagonista Trina, con una storia che esprime il dolore del marito Erich e dei loro cari in modo emotivo e disinvolto, è priva di senso. Tuttavia, è una tipica storia composta da tre parti, pace, guerra e ancora pace, quando la minaccia di distruzione di case e case viene alla luce e paradossalmente. Questo può essere inteso come il sospiro del cuore di Trina Ovviamente è tranquillo Allora le piacerà Che il sogno nazista bussasse alla porta.

Il documentario aggiunge qualcosa al romanzo prima della suddetta postfazione, e “I’m Here” diventa così per la prima volta la storia della guerra. Ho sentito molto, e poi ci vuole un po’ per aggiungere qualcosa di nuovo. Una buona idea, che secondo me non è riuscita a riempire un intero romanzo.

Pubblicato: