Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La voce più grande – Giochi NRK – Notizie sportive, risultati e programma di trasmissione

Nell’autunno del 2008 mi è stato chiesto se volevo commentare il biathlon dopo la morte di Kagel Christian Reich. Grazie a ciò ho anche avuto una nuova persona come collega molto stretto. Ho 28 anni. Il collega in questione ha 71 anni e si chiama John Herwick Carlson. Ola Lunde, allora 50enne, era con noi nel tour.

Può sembrare che abbiamo affrontato una sfida con tre generazioni in tour, ma la verità è che ci siamo goduti ogni secondo. Abbiamo viaggiato in tutto il mondo, tutto l’inverno, quattro stagioni complete. Ola guidava, John si sedette accanto a me e io mi sedetti allo schienale e mi chiedevo se fosse vero. Ero in viaggio con una leggenda!

Con la leggenda in movimento: Andreas Stabrun Smith, Ola Lande e John Herwick Carlson prima delle Olimpiadi di Vancouver 2010.

Foto: Cornelius Braccio di Ferro / NDP

John Herwick Carlson era un simbolo di gioia sportiva poiché è cresciuto con un interesse superiore alla media per il gioco negli anni ’80 e ’90.

Al culmine della competizione, la dolce voce ha trovato il tono e le parole che rendono il momento del gioco più grande di quanto non fosse in realtà. Ci sono molti atleti per ringraziare John per questo.

“Palco sonoro”

Anni dopo, quando stavo per condividere una casella di commento con qualcuno che Rike chiamava “il primo commentatore”, ho subito capito con che tipo di lavoratore avevo a che fare. Attraverso alcuni semplici insegnamenti, mi ha insegnato tutto ciò che sapevo sull’argomento del commento, senza insegnare.

John non ha mai voluto un ruolo da protagonista, si è semplicemente definito un palcoscenico. Parte del lavoro in background consiste nell’intervenire dove necessario in modo che le persone possano radunarsi attorno ai televisori nel momento più importante.

“Il nostro compito principale è dire al pubblico cosa vogliono vedere in questo momento”, ha detto Carlson.

Nella foga della guerra è difficile capire dove abbia trovato le parole. In una frazione di secondo potrebbe portarci accenni di fissare o ridere ad alta voce e dover spegnere per un momento.

“Sunli Wang non è imparentato con Solvi”, ha potuto dire bruscamente mentre la biotecnologia cinese è uscita dall’inizio.

Poi ci sono momenti che tutti ricorderanno. Tiro, traguardo, ultimo salto o bersaglio decisivo. E poi versato intatto.

Fatta eccezione per il famoso Limerick, non era prevista una sola parola. “Allora fagli avere un altro servo, amico.” Tali azioni arbitrarie non possono essere pianificate.

John Herwick Carlson e Kell Christian Reich

Dynamic Twins: Ryke e Carlson sono diventati proprietà pubblica negli anni ’90 e 2000.

Foto: Eric Johansson / NTB

Narratore di breve durata

Se hai mai sentito che c’è molta atmosfera nell’aria di John Herwick Carlson, posso confortarti che anche lui la pensasse così. Quando John lo guida attraverso la vecchia clip a marcia alta, si toglie l’auricolare e chiede “È necessario gridare così tanto?” Vale a dire.

Lo intendeva davvero, ma sapeva anche che era affidabile una volta terminato.

Abbiamo condiviso ogni viaggio e ogni pasto per quattro inverni completi. Ci sarà un anno in totale. Questa volta non abbiamo nemmeno litigato una volta. John ci raccontava ogni giorno nuove storie che non avevamo mai sentito prima, e ovviamente accelerava con qualcuno che avevamo sentito molte volte. Le storie provenivano da NRK, Sports, Oslo. È un narratore meraviglioso, con uno stile basso e un tempo incredibile.

L’itinerario è stato fissato e prenotato il prima possibile. Joan era la guida turistica ea metà settembre avevo tutti i biglietti aerei. Gli hotel erano gli stessi ogni anno: Edelweiss a Hochfilson, Ruhboldinger Hoff a Ruhbolding e Wekerhof a Underselva erano tutte tappe se si andava a “The Carlson Experience”.

Immagini precedenti della Coppa del Mondo di Biathlon 2007

Turbo-John: Lande e Carlson su moto italiane prima della Coppa del Mondo 2007 ad Anderselva. Il posto preferito di Carlson ai Mondiali era il villaggio italiano.

Foto: Haiko Jung/NDP

Non ho numeri per quante conversazioni piacevoli abbiamo avuto noi tre in questi luoghi. O quante volte ero pronto a lasciare il ricevimento Carlson e andare a fare colazione io stesso come P-man. “Adesso hai mezz’ora…”

– Ho visto su VIP

Penso che la fine della sua carriera in NRK sia stata positiva per Jon, dove ha viaggiato con Ola e me, e nella famiglia del Biathlon ha ottenuto riconoscimenti VIP ovunque andasse. Poi ovviamente Ola e io dovevamo unirci.

Ci vediamo al VIP, diceva sempre John dopo l’invio.

Perché restano solo piccoli momenti. Ogni anno a dicembre teniamo un piccolo incontro di Natale nella stanza di Ola, preferibilmente a Hochfilsen o nel piatto. Il menu aveva un po’ di acquavite e alcuni canti natalizi su un piccolo altoparlante.

Il preferito del Senato O’Connor con “Silent Night”, ma non era Natale prima che Jussie Bizorling cantasse “Oh Weekend Night”. Negli anni ’50, abbiamo sentito parlare di John, negli anni ’50, che è entrato miracolosamente in un concerto di Pechino senza biglietto. Ci saranno sempre poche parole per chiedersi come un ragazzo di Borlang possa diventare il miglior cantante d’opera del mondo.

tv

Leggende: Gazelle Christian Rye e John Herwick Carlson sono diventati leggende nella comunità del biathlon e tra i telespettatori. Nel 2007 hanno ricevuto il Gulrutton Honorary Award.

Foto: Marit Home Metal / NTP

Assolutamente qualcosa di suo

La voce più alta di un altro genere è quella di un ragazzo di una compagnia di Oslo. John Herwick Carlson oggi ha avuto una carriera che un commentatore sportivo potrebbe sognare. Era un’altra epoca, ma il ragazzo era completamente solo. Di seguito è riportata una conoscenza generale di un altro mondo, i prodotti più completi e la capacità data da Dio di trovare l’umorismo nelle cose. Poi ha avuto la fortuna di ottenere la voce televisiva più comoda del mondo.

Quadri storici

Dal concorso: La voce del più grande commentatore è di un ragazzo di una compagnia di Oslo.

Foto: Bjørn Sigurdsøn / NTB

Nel gioco, si può dire che John Herwick Carlson abbia raggiunto un secolo. È il suono delle Olimpiadi di Lillyhammer e di molti altri. Questo dice molto.

Per me, è stato un buon amico per un’altra generazione. La carriera è tutto ciò che devo ringraziare. E sarò sempre ricordato con un grande sorriso.

Grazie per il passaggio, caro Giovanni. Ci vediamo al VIP.

READ  Contraddizioni, Serie A | Questa fonte norvegese Pav porta la Samptoria alla vittoria in Coppa Italia