lunedì, Luglio 15, 2024

Paolo Garella Custom fa auto per i ricchi

Must read

Bertina Buccio
Bertina Buccio
"Lettore. Appassionato di viaggi esasperatamente umile. Studioso di cibo estremo. Scrittore. Comunicatore. "

Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta in Motore finanziario.

Macchina dell’ABC: Non ho mai lavorato con le auto da corsa prima. Quindi, se Jim (Glickenhaus) continua con i suoi piani per la Le Mans LMP1, dovremo ristrutturare completamente l’organizzazione e portare la posta in gioco a un livello completamente diverso, come ha spiegato Paolo Garella mentre si metteva al volante della Jim Glickenhaus P4/5 Competition al Goodwood Festival of Speed ​​2015 .

Non si era dimesso da capo dei progetti automobilistici di Glickenhaus, ma sapeva cosa era necessario per questo tipo di progetto di corse e ne conosceva i limiti. Così, mentre il sogno di Le Mans della Glickenhaus continuava, Paolo Garella è andato per la sua strada e ci ha regalato alcune auto da strada che hanno davvero stimolato il gene dell’entusiasta, e prosciugato parti da alcuni conti ben nominati.

Pininfarina ha costruito l’esclusiva Rolls-Royce Hyperion per il cliente britannico Roland Hall nel 2008. Foto: Ivar Engerud/Finansavisen

Ingegnere

Se non hai sentito parlare di Garella, è del tutto comprensibile. L’amabile italiano non è uno che cerca le luci della ribalta, anche se i progetti che ha guidato sono stati spesso sotto i riflettori. E conosce una o due cose sulla discrezione dopo aver lavorato con e per alcuni dei clienti automobilistici più esigenti del mondo.

Quando è stato assunto in Pininfarina nel 1992, gli è stata affidata la responsabilità dello sviluppo dei prototipi, e poco dopo gli è stata affidata la responsabilità del cliente più importante di Pininfarina: il Sultano del Brunei.

Brunei Progetti Speciali

– Il Sultano era completamente preoccupato per le macchine. Quando ho iniziato a lavorare lì, il principe Hakim aveva circa 300 macchine. Cinque anni dopo, il numero è aumentato di dieci volte. Consegniamo circa 50 auto all’anno in vari gradi di trasformazione ed edizioni speciali, non ultime diverse Bentley e Ferrari con alcune carrozzerie uniche fuori dal catalogo della Ferrari, spiega Garella e mostra le foto (purtroppo non ne abbiamo i diritti, ma tu probabilmente ne troverai alcuni su Internet)

Lavorare su progetti speciali in Brunei è stata un’esperienza incredibile e un ricordo per tutta la vita da un mondo completamente diverso. Ma era così consumante che andava bene saltare fuori da quel vortice dopo cinque anni per tornare in Italia.

Il primo progetto Pininfarina di Jim Glickenhaus nel 2005/06 è stato quello di costruire un'auto sportiva ispirata agli anni '60 unica nel suo genere basata sulla Ferrari Enzo.  Foto: Ivar Engerud/Finansavisen

Il primo progetto Pininfarina di Jim Glickenhaus nel 2005/06 è stato quello di costruire un’auto sportiva ispirata agli anni ’60 unica nel suo genere basata sulla Ferrari Enzo. Foto: Ivar Engerud/Finansavisen

“Una volta”

All’inizio degli anni 2000, era abbastanza chiaro che Ferrari e Maserati avrebbero svolto sempre più lavoro di progettazione sui loro modelli e che il tempo come fornitore della Ferrari era finito dopo che Sergio Pininfarina aveva ceduto il timone a suo figlio Andrea.

– Nel 2002 mi è stata affidata la responsabilità di sviluppare una divisione separata per i progetti speciali, che lavora con l’industria e non da ultimo con i singoli clienti che possono immaginare di costruire le proprie auto personali una tantum. A partire dal 2009, ci sono stati un totale di cinque progetti unici per collezionisti come Peter Kalikow, Roland Hall e Jim Glickenhaus.

Soccorso di emergenza

Quando abbiamo incontrato Garella per la prima volta nel 2006, aveva appena finito di costruire una P4/5 basata sulla Ferrari Enzo. Un progetto che ha davvero rimesso Pininfarina sulla mappa e ha lanciato Glickenhaus come uno dei veri grandi appassionati con la capacità e la volontà di spendere davvero tanti soldi per auto nuove e d’epoca.

Glickenhaus fece costruire anche una versione da corsa della P4/5 e, per aiutare la casa di design sotto la crescente pressione finanziaria, acquistò due vecchi gioielli Pininfarina: la Dino 206 Competizione e il Modulo. La prima fu restaurata alla Pininfarina, ma nonostante queste importanti funzioni era evidente che erano necessarie maggiori risorse patrimoniali da parte del proprietario.

La controllata Garella MAT ha costruito alcuni nuovi modelli Stratos.  Foto: Matt

La controllata Garella MAT ha costruito alcuni nuovi modelli Stratos. Foto: Matt

sotto particolare cura

Un collegamento con Glickenhaus negli Stati Uniti ha portato Garella a formare la propria società di consulenza nel 2009 per guidare il progetto di corse della Scuderia Cameron Glickenhaus e completare il progetto “New Stratos” per l’appaltatore tedesco Stoschek. Inoltre, è stata gestita una serie di grandi progetti di restauro di auto sportive italiane d’epoca.

Una cosa tira l’altra, e Manifattura Automobili Torino (MAT) è stata costituita per produrre auto sportive esclusive su piccola scala, come la New Stratos. Lungo la strada, è stato anche assegnato al lato tecnico dello sviluppo della folle auto sportiva elettrica giapponese Aspark Owl.

La grafica originale della 33 Stradale è stata ampiamente utilizzata durante la creazione della bellissima replica.  Foto: Matt

La grafica originale della 33 Stradale è stata ampiamente utilizzata durante la creazione della bellissima replica. Foto: Matt

Gioielli

Ora Garella ei suoi artigiani hanno fatto un ulteriore passo avanti e hanno costruito il primo esempio di una nuova linea chiamata “Gioielli”. L’idea è di costruire una o due auto all’anno.

READ  Gli obbligazionisti del Credit Suisse perdono tutto dopo l'acquisizione di UBS

E che inizio! Garella si sposta proprio nell’epicentro della bellezza del design italiano, con il capolavoro di Franco Scaglione: l’Alfa Romeo 33 Stradale del 1967. Ora MAT non cita l’Alfa Romeo in una parola, se non che il motore dell’auto è basato su un 2,6 litri V8 che sedeva a Montreal. Il risultato si chiama Stradale 33 ed è stato ordinato da un cliente tedesco.

More articles

Latest article