Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

percepita come una minaccia – VG

Avvertimento scritto ricevuto: il direttore atletico di salto Claes Brady Brathin.

Klas Brady Brathin, 52 anni, era frustrato dal fatto che le saltatrici delle ragazze fossero state cancellate gara dopo gara l’anno scorso, mentre gli uomini hanno gareggiato come prima. Quando è stato intervistato sull’argomento, il trofeo ha investito la direzione della Norwegian Ski Association.

Inserito:

Lo dimostra l’ammonizione scritta che il 52enne ha ricevuto nel dicembre dello scorso anno.

È firmato dal segretario generale di Ingvild, Bretten Berg, e termina con Bråthen che rischia il licenziamento se non cambia stile.

VG ha ottenuto l’accesso Sull’avvertimento scritto Ora possono raccontare i dettagli dell’occasione di quella che è caduta come una bomba a Hope-Norge una settimana fa.

Poi si è saputo che la federazione di pattinaggio si sarebbe sbarazzata del direttore sportivo Claes Brady Brathin, dopo 17 anni di lavoro. Bråthen ha risposto con Notifica azioni legali contro l’assemblea.

La 52enne è stata una campionessa di volteggio femminile. Ora ha entrambi allenatori e ponticelli dalla sua parte, ma sta combattendo contro un datore di lavoro che non prolungherà il contratto.

– Lo noto e mi sento un po’ stanco. Ma spero con tutto il cuore di trovare la soluzione migliore per lo sport del salto. Ci sto anche io per lo sport del salto, Bråthen dice a VG.

Leggi anche

Il messaggio di NISO alla Federazione Norvegese di Sci: – Ascolta le richieste delle grinfie degli atleti

Definisce una relazione con lo sport del salto un amore per la vita. Il 52enne ora sceglie di aprirsi su ciò che sta accadendo per evitare la speculazione che il conflitto sia di natura più grave:

Non vi è alcun problema di abuso di alcol o infedeltà finanziaria. Bråthen è accusato della sua forma di comunicazione.

– Stai litigando?

– Sarebbe bello se qualcuno nei vertici dell’associazione sciistica potesse rivendicarli, ma non sono quelli con cui lavoro nella vita di tutti i giorni. Sono stato un leader manageriale nel salto per 17 anni e non potevo ottenere il lavoro se avessi grossi problemi a collaborare con le persone intorno a me.

Il conflitto è diventato noto al pubblico la scorsa settimana. Ma va avanti da molto tempo. È passato esattamente un anno da quando i due si sono conclusi sul serio:

giovedì 3 settembre Claes Brady Brathan incontra Engfield Britten Berg.

La dirigenza della federazione di pattinaggio non si è accontentata della forma di comunicazione con il proprio direttore sportivo, e all’incontro Britten Berg ha confermato le aspettative che avevano per il 52enne.

READ  Rod Taken in Starry Company - Pronto per la Coppa Laver: - Unico - Dagsavisen

“I segnali ai media o agli sponsor non dovrebbero verificarsi con disaccordo su decisioni che il datore di lavoro considera una minaccia. Ci si aspetta lealtà e rispetto delle decisioni del datore di lavoro … » Questo è affermato nel riepilogo della federazione di pattinaggio dall’incontro, come VG oggi Inserito nella sua interezza.

Avvertimento dell’Associazione sciistica: questo è l’avvertimento ricevuto da Bråthen dalla direzione dell’Associazione sciistica a dicembre.

Britten Berg ha sottolineato durante l’incontro che il disaccordo sulle decisioni di gestione dovrebbe avvenire direttamente e non nei media.

Clas Brede Bråthen ha reagito sia all’incontro che ai verbali che ha ricevuto dal suo capo. Il 4 settembre, ha inviato un’e-mail al segretario generale Engfield Britten Berg:

“La Hoppsport norvegese è ora nella crisi più impegnativa e più grande di sempre. La scorsa settimana, ho guidato tutte le nostre macchine attraverso la nostra più importante attività sportiva, di marketing e dei media durante questo periodo molto speciale. Era necessario per me dedicare tutto il mio tempo e le mie energie a questo. Il tono della tua osservazione ha reso questo particolarmente difficile». Ha scritto il 52enne.

Supporto: Clas Brede Bråthen con Daniel Andrè Tande a Midtstubakken martedì.

Voleva anche una risposta che avesse qualcosa da incolpare.

Non possiamo liberarci di dichiarazioni anonime e accuse vaghe. È codardo! In Hopp abbiamo l’apertura come un valore fondamentale. È un valore che devi rispettare anche nel processo successivo”, Libri Brathen.

Il rapporto tra il capo dello sci Eric Rosti, il segretario generale Britten Berg e Claes Brady Brathin è descritto come piuttosto straordinario anche prima di questo incontro.

Ma le cose sarebbero solo peggiorate:

15. dicembre Båpoi è stato intervistato da Dagbladet. Fu abbandonato per conto dei suoi saltatori. Perché mentre ai ragazzi del salto è stato permesso di gareggiare nel bel mezzo della pandemia, una gara femminile dopo l’altra è stata annullata.

“Sono molto preoccupato per come comportarmi con le ragazze. Ancora una volta vediamo che sono loro a saltare”, ha detto Klas Brady Brathin.

Credeva che fosse una questione di uguaglianza e che alcuni non fossero disposti a pagare il prezzo – in corone e corone – per questo.

“Puoi invocare problemi e protocolli di controllo delle infezioni – e uno con l’altro. Ma se questo fosse stato abbastanza importante per noi, ce l’avremmo fatta. Ovviamente lo abbiamo fatto, Bråthen ha detto nell’intervista.

Non ha menzionato la FIS, ma ha fatto domande su cosa lui stesso, l’Associazione Sci e il Ministero della Cultura avrebbero potuto fare diversamente.

READ  Eric Buck si dimette da allenatore del Sogndal-NRK Westland

Solo tre giorni dopo, venerdì 18 dicembre alle 13.27, Bråthen ha ricevuto un’e-mail da Ingvild Bretten Berg. Il capo dello sci Eric Rosti era sulla copia. Il Segretario Generale dell’Associazione Sciistica ha fatto riferimento all’intervista in Dagbladet.

“Tenendo conto della tua conoscenza della base per la decisione di rinvio, siamo sorpresi dal contenuto dei tuoi dati”, Libri di Britten Berg.

Ha ricordato l’incontro di settembre e ha chiesto a Bråthen di fornire una spiegazione scritta con una scadenza per il lunedì successivo.

Martedì 22 dicembre: Sono passati due giorni dalla vigilia di Natale quando Clas Brede Bråthen riceve una nuova email dalla direzione dell’Associazione Sciistica. Ora ne ha uno Avviso ufficiale scritto. Ancora una volta si evidenzia l’intervista a Dagbladet.

La Figure Skating Association crede che Bråthen dia “L’impressione è che non si tratti di una considerazione del controllo delle infezioni, ma di una mancanza di attenzione al sesso nell’Associazione norvegese di sci, motivo per cui la gara di Coppa del Mondo a Lillehammer è stata rinviata. Stai promuovendo le tue dichiarazioni anche se sei pienamente consapevole delle ragioni alla base della decisione”. C’è scritto nell’avviso.

Segretario generale e presidente: Engfeld Pritten-Berg ed Eric Roste della Norwegian Skating Association.

Leggi anche

Il crollo totale dell’Associazione Sci

Successivamente il rinvio della gara femminile è giustificato da motivi di controllo delle infezioni.

“Nel processo complessivo che ha portato alla decisione, anche in diversi incontri, ho risposto con richiami alla decisione e ai colleghi che hanno preso parte alle discussioni”, Scrive il Segretario Generale dell’Associazione Sciistica.

Ha concluso scrivendo che l’associazione la prende molto sul serio e che episodi simili in futuro potrebbero significare l’espulsione di Bråthen.

Il 52enne non ha mai accettato l’avvertimento. Quindi contiene una sola firma: quella di Engfield Britten Berg.

“Ciò che mi rende incapace di accettare l’avvertimento scritto è che non sono d’accordo con il contenuto, e credo che sia mio dovere come direttore sportivo difendere i nostri atleti, in questo caso Marin Lundby e altre donne saltatrici”, dice Claes Brady Bråthen VG.

Nega di aver insultato i suoi colleghi, come affermato nell’avvertimento dal suo posto di lavoro.

– Ci sono stati diversi episodi in cui ho dovuto scegliere tra tenere conto dei miei dipendenti e dei desideri e delle priorità del mio datore di lavoro. Allora è stato naturale per me scegliere la parte del mio staff. Ciò vale non da ultimo per quanto riguarda le questioni relative all’uguaglianza di genere, con il salto ostacoli norvegese come portabandiera dello sport internazionale, afferma il direttore dello spettacolo.

Bråthen ha partecipato a un incontro con l’Associazione sciistica, insieme a un avvocato, sia a gennaio che a maggio.

Squalificato: allenatore della nazionale Alexander Stockel.

Voleva sbarazzarsi dell’avvertimento ufficiale. E ottenere chiarimenti per andare avanti nel tempo. Invece, ha visto che il suo datore di lavoro si concentrava costantemente su nuove condizioni.

Si dice che un episodio riguardasse Bråthen che si è connesso ai social media la mattina in cui Daniel André Tande si è svegliato dal coma, informando il pubblico della buona notizia.

– Non vai su ESPN quando fai questo?

– Trud Tandy voleva uscire. Era rilassata e felice e quasi piangeva. Un intero scienziato del salto si chiedeva come stesse andando suo figlio. Quindi lo facciamo con noi. Potrei aver visitato l’area di Espen Graff come direttore delle comunicazioni, ma quel giorno Graff non era nella mia mente.

– Klass Brady ha ottenuto l’approvazione della famiglia da noi. “Pensavamo solo che andasse bene”, dice Trud Tandy a VG Today.

Non capisce perché Bråthen abbia dovuto smettere:

Nessuno ha una brutta parola da dire su di lui. Il modo in cui si è preso cura della nostra famiglia quando Daniel era in ospedale: non ho parole. La madre di Danielle, Andre Tandy, dice che mi commuovo solo a parlare di lei.

Durante un incontro con il sindacato di pattinaggio ad aprile, Clas Brede Bråthen si è reso conto che il suo datore di lavoro lo voleva lontano, è stato informato VG.

In attesa di giugno 2021: Il capo del comitato di salto, Alf Tore Haug, ha firmato un prolungamento del contratto per Clas Brede Bråthen. Manca solo la firma della direzione dell’Associazione Sciistica.

Ma Engfield Brittenburg non ha mai firmato il contratto. Poi anche Alf Tory Hogg si è voltato: il capitano del comitato di salto sta dietro la dirigenza sindacale.

Le doppie punte complete nella Federazione norvegese di sci: atleti e allenatore della squadra nazionale Alexander Stockel supportano Bråthen. L’austriaco minaccia anche di lasciare il lavoro.

D’altro canto, la gestione dell’Associazione Norvegese di Sci poggia sulle sue fondamenta.

Clas Brede Bråthen ora dà all’Associazione Sciistica il permesso di parlare liberamente di ciò che è stato descritto come una questione individuale e di ciò che è stato loro riferito in questo caso. Vuole apertura e risposte, assicura VG.

Tuttavia, il segretario generale Engfield Britten Berg, tramite il direttore delle comunicazioni Espen Graf, ha affermato di non voler commentare la questione al di là di ciò che appare.