Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Più di 150 vittime dell’alluvione in Europa centrale

Il bilancio delle vittime nella regione di Arweiler dello stato della Renania-Palatinato in Germania è salito a 90. La polizia dice che sabato mattina teme che il bilancio delle vittime aumenti ulteriormente. Allo stesso tempo, la polizia è stata informata che 618 sono rimasti feriti nella zona.

Il bilancio delle vittime nella regione di Arweiler dello stato della Renania-Palatinato in Germania è salito a 90. La polizia dice che sabato mattina teme che il bilancio delle vittime aumenti ulteriormente. Allo stesso tempo, la polizia ha ricevuto segnalazioni di 618 feriti nella zona.

Le parti occidentali della Germania sono state le più colpite dalle inondazioni, che hanno colpito anche Belgio, Lussemburgo e Paesi Bassi.

43 persone sono state confermate uccise nello stato tedesco del Nord Reno-Westfalia, mentre 20 hanno perso la vita oltre il confine con il Belgio.

Sabato le masse d’acqua si sono leggermente ridotte nelle aree più colpite, ma si prevedono più morti. Molte persone risultano ancora disperse dopo due giorni di forti piogge che hanno provocato allagamenti.

Pulizia massiccia

Sabato, soldati e vigili del fuoco sono stati inviati nelle aree colpite dall’alluvione per aiutare con i lavori di pulizia.

Il sindaco di Solingen, nella regione della Ruhr, afferma che il compito è arduo.

Nelle regioni più colpite della Renania-Palatinato e del Nord Reno-Westfalia, le persone sono gradualmente tornate alle loro case, dove hanno avuto uno spettacolo deludente.

– Le ultime 48 ore sono state un incubo. Abbiamo girato in tondo e non possiamo fare nulla, dice la fornaia Cornelia Schlosser nel villaggio di Schuld, che ha perso il lavoro a causa dell’alluvione.

READ  Attacco missilistico di Hamas su Gerusalemme - Israele ha risposto all'attacco - VG

andando a visitare

Sabato il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier si recherà a Colonia, dove sono state effettuate estese operazioni di salvataggio e le case di molti di loro sono state distrutte.

Il primo ministro Angela Merkel non è ancora andato a visitare nessuna delle aree colpite, ma un portavoce afferma che una visita sarà presa in considerazione a breve.

Molte persone sono ancora disperse, ma è difficile contattare le persone a causa della rete di telefonia mobile, i luoghi sono stati distrutti.

– Dobbiamo presumere che troveremo più vittime, afferma il sindaco Caroline Wetzel a Irvinestadt.