Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Prestigiosi finanziamenti dell’UE per la ricerca sui problemi finanziari

Paesi, banche e aziende dipendono dalla capacità di prendere in prestito denaro per svolgere il proprio lavoro. La mancanza di accesso ai prestiti può far fallire istituzioni ben funzionanti e, nel peggiore dei casi, destabilizzare l’intera economia. Questa è stata una parte importante di ciò che è accaduto durante la crisi finanziaria del 2008 e all’inizio della crisi del Covid-19 nel 2020.

Il mio obiettivo nel progetto di ricerca FuFri (Finance Frictions after the Global Financial Crisis) è quello di comprendere meglio i rischi connessi alla perdita di accesso ai finanziamenti esterni. Voglio indagare sulle tensioni nel sistema finanziario e vedere come le organizzazioni le gestiscono, afferma Sven Klingler, professore associato della BI Norwegian Business School.

Il progetto inizia nel 2022 e durerà fino al 2027. È guidato da Klingler e collabora con colleghi di Norges Bank, Columbia University, York University, University of Amsterdam e Darden Business School.

Il Consiglio europeo della ricerca (CER) gli ha assegnato una cosiddetta borsa di studio per l’avviamento. Il CER è il finanziamento per la ricerca più popolare in Europa e solo il 10% circa dei candidati ha ricevuto finanziamenti in questo round. Solo altre otto domande norvegesi hanno ricevuto finanziamenti.

La borsa di studio ERC Junior è per giovani ricercatori eccezionali con un’esperienza compresa tra 2 e 7 anni da quando hanno completato il loro dottorato di ricerca. Il successo qui è un risultato unico e un passo importante in una carriera di ricerca molto promettente. Questo successo è anche un chiaro risultato del continuo investimento nella ricerca dei laureati presso la BI, afferma Hilde C. Bjørnland, vicepresidente dell’università per la ricerca e le risorse professionali.

READ  Israele ricorda i sei milioni di ebrei uccisi durante l'Olocausto

È molto eccitante che l’Unione europea voglia sostenere la mia ricerca. Questo mi offre un’opportunità unica di studiare questioni che altrimenti non avrei avuto l’opportunità di indagare e di dare un contributo significativo alla scienza e alla società, afferma Klingler.

Per quanto riguarda i rischi di future crisi finanziarie, è preferibile concentrarsi su ciò che possiamo fare ora per affrontarli.

– Mi aspetto una nuova crisi finanziaria prima o poi, ma non voglio speculare sulla forma che potrebbe assumere la prossima crisi. Preferisco studiare le tensioni che ora sono evidenti e aiutare così i responsabili politici ad affrontare le crisi future nel miglior modo possibile, dice.

In un comunicato stampa, il Consiglio europeo della ricerca ha sottolineato l’importanza di sostenere i giovani ricercatori.

Per consentire ai giovani talenti di prosperare in Europa e concentrarsi sulle loro idee più innovative, è il miglior investimento per il nostro futuro, non ultimo con la crescente concorrenza globale. Dobbiamo fidarci dei giovani e della loro lungimiranza nei settori che saranno importanti in futuro, afferma Maria Leptin, presidente del Consiglio europeo della ricerca.

Mi piace Extraavisen.no su Facebook!