Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Lo scarso avvio della Juventus in serie attira l’attenzione:

Fino a quando l’Inter Antonio Conte, guidato da Romelu Lukaku, non ha vinto lo scudetto la scorsa stagione, la Juventus ha vinto nove scudetti consecutivi.

La scorsa stagione il club ha chiuso quarto e le partite di Champions League con un grido di angoscia, mentre l’inizio della stagione in corso è stato sorprendentemente debole.

Il punto più basso è stato raggiunto nella sconfitta per 0-1 in casa contro l’Empoli del 28 agosto, ma la “vecchietta” non si è mostrata nelle successive sfide contro Napoli e Milan.

– Non reale

Dopo quattro turni di campionato, hanno vinto solo Salernitana e Cagliari, oltre alla Juventus.

– Non è realistico vederli in zona retrocessione, nonostante abbiano giocato solo quattro partite, afferma l’esperto di calcio della Fiasat Rolf Otto Eriksen.





© Consegnato da Nettavisen
Sorpresa: Rolf Otto Eriksen pensa che non sia realistico vedere la Juventus sotto la linea della retrocessione dopo quattro turni di campionato.

Sorpresa: Rolf Otto Eriksen pensa che non sia realistico vedere la Juventus sotto la linea della retrocessione dopo quattro turni di campionato. Foto: (Twitter)

Tuttavia, sa bene che nulla è stato deciso e ricorda che anche la Juventus sei anni fa ha avuto un inizio di stagione molto turbolento sotto Allegri.

Nella stagione 15/16, Allegres Juventus aveva segnato cinque punti dopo le prime sei partite e si trovava in un’area vuota del tabellone. Dopodiché, hanno vinto 25 delle successive 26 partite e alzato il trofeo sia nella serie che nella coppa, afferma Eriksen.

Ora l’esperto di Serie A è entusiasta di quanto tempo ci vorrà prima che Allegri possa rimettere in carreggiata la nave.

READ  Una lotta profonda dietro le quinte dello scandalo all'Old Trafford - VG

– E’ l’inizio della stagione. La Juventus deve imparare di più sulla vita di Cristiano Ronaldo e Allegri deve correre come ha fatto quando ha fallito il peggio della stagione 15/16. Penso che possano, ma sarà interessante vedere quanto tempo hanno bisogno per decodificare.



Lotta: Paulo Dybala e la Juventus hanno avuto un inizio di stagione difficile in Italia.


© Consegnato da Nettavisen
Lotta: Paulo Dybala e la Juventus hanno avuto un inizio di stagione difficile in Italia.

Lotta: Paulo Dybala e la Juventus hanno avuto un inizio di stagione difficile in Italia. Foto: Riccardo Giordano/EPA (Pa Foto)

Allegri: – Devo conoscere meglio i miei giocatori

Dopo l’1-1 casalingo del fine settimana contro il Milan, il tecnico Massimiliano Allegri ha ammesso di non conoscere ancora bene i suoi giocatori.

– Abbiamo perso la concentrazione e col tempo dovrei conoscere meglio i miei giocatori. Non ne so abbastanza al momento. Ho bisogno di sapere chi può darmi cosa e quando durante la partita. “Devo lavorarci e scoprirlo molto rapidamente”, ha detto Allegri a DAZN.

– Ammetto di aver commesso degli errori con le modifiche. Devo giocare con più giocatori difensivi sull’1-0, è una mia responsabilità.

Leggi anche: Ecco come guardi le partite

Il sostituto in particolare e campione d’Europa Federico Chiesa è stato recensito da Allegri durante la partita. Tuttavia, si è scusato durante la conferenza stampa successiva.

– È arrivato in un momento difficile della partita, e avevo bisogno che portasse la palla nella metà campo avversaria, ha detto Allegri.

Il naufragio del centrocampista Matthijs de Ligt è anche qualcosa che ha ricevuto molta attenzione dai media italiani. Allegri giura ancora sul duo veterano Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci.

Con tutto il rispetto per Matisse de Ligt, Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci, hanno giocato eccezionalmente bene. Mi chiedi degli scambi falliti. Chiediamo anche perché Bonucci e non De Ligt. Bonucci ha giocato benissimo. Ha detto Allegri, e anche Chiellini.

Danilo: – Saliremo

Il difensore della Juventus Danilo crede che i problemi della squadra siano prima di tutto nella mente dei giocatori e che non siano le capacità a ostacolarli.

– Per come la vedo io, è più un problema mentale che fisico. Dovremmo concentrarci solo su ciò che faremo e sui nostri progressi, non su ciò che stanno facendo le altre squadre. Se giochiamo come possiamo, abbiamo la garanzia di scalare la classifica”, dice Danilo a DAZN.

La Juventus avrà già la prossima occasione per agguantare i primi tre punti dell’anno mercoledì. Poi le superstar viaggiano da Torino per visitare la piccola Spezia.