Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Possiede più di 5000 proprietà – E24

Nuove informazioni mostrano che il Vaticano ha investito in più di 5.000 proprietà. Allo stesso tempo, il piccolo paese è in deficit da diversi anni.

Possente: Papa Francesco guida la Chiesa cattolica romana ed è re in Vaticano a vita. Il Papa mantiene anche relazioni diplomatiche con più di 100 paesi.

Alessandra Tarantino/AFP

Inserito: Inserito:

Il Vaticano ha pubblicato sabato una panoramica dei suoi investimenti immobiliari, come parte delle informazioni più dettagliate che il piccolo Paese ha fornito sulla sua economia.

Scrive che questi rivelano che il Vaticano possiede più di 5.000 proprietà Reuters. 4.051 strutture in Italia e circa 1.120 all’estero, escluse le ambasciate nel mondo.

Le informazioni provengono da due documenti:

  • Rapporto Annuale 2020 della Santa Sede (il nome della Diocesi di Roma e quindi l’ufficio e il ministero del Papa)
  • Primo Bilancio Generale dell’Amministrazione della Santa Sede (APSA)

Secondo l’agenzia di stampa, l’Apsa gestisce immobili e investimenti, paga gli stipendi e funge da ufficio acquisti e amministrazione del personale.

Solo il 14% circa delle proprietà italiane in Vaticano viene affittato a prezzi di mercato, mentre altre proprietà hanno abbassato i canoni di locazione, soprattutto per i dipendenti della chiesa.

Secondo Reuters, circa il 40% sono edifici istituzionali come scuole, monasteri e ospedali.

Diversi anni di disabilità

Il mandato vaticano si è concluso lo scorso anno con un deficit di 66,3 milioni di euro. È stato inferiore alle attese e un risultato migliore rispetto all’anno precedente.

La perdita è di circa 700 milioni di corone norvegesi al cambio odierno. Il ministro delle finanze Juan Antonia Guerrero Alves indica che i tagli ai costi e le entrate diminuiscono meno del previsto, poiché le spiegazioni indicano che lo stato della chiesa non diminuirà ulteriormente nell’anno di Corona.

La spesa per viaggi ed eventi è stata ridotta di due terzi e i diplomatici vaticani sono stati costretti a stringere la cinghia. I salari, gli aiuti ai poveri e le chiese in difficoltà erano aree di spesa prioritarie.

Le donazioni sono leggermente aumentate l’anno scorso, ma Guerrero afferma che il cosiddetto Peterspengene – un gruppo annuale pienamente operativo che gestisce l’amministrazione statale della Chiesa – è diminuito del 18%. I fondi vengono raccolti la domenica più vicina al 29 giugno. Nell’ultimo anno si sono tenute quasi molte mostre a causa della pandemia.

In totale, le entrate del Vaticano sono diminuite del 5% lo scorso anno.

Sebbene le entrate siano aumentate nel 2019, i conti si sono chiusi quell’anno con un deficit di 79,2 milioni di euro.

Tranquillo: la famosa Piazza San Pietro nella Città del Vaticano era vuota di persone quando il divieto di assembramenti in Italia è arrivato a causa dell’epidemia di Corona nella primavera del 2020.

Andrew Medici/AFP

Leggi anche

The Wall Street Journal: coprire il deficit con le donazioni

READ  - Ma stai scherzando?