Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Se la Coppa del mondo di calcio è in Norvegia – NRK Sport – Notizie sportive, risultati e programma di trasmissione

Non è che il basso livello delle donne norvegesi ispiri schadenfreude nella penisola arabica, o che le discussioni sul predominio norvegese da parte degli uomini si estendano a molti chilometri al di fuori della Scandinavia.

Piuttosto lo è Avversari Questo farà piacere ai qatarioti. Chi sono quegli avversari? Gare di Coppa del Mondo usate a Lillehammer La Norvegia come campo di battaglia contro le esplorazioni petrolifere.

Coloro che ritengono ipocrita consentire a Equinor di sponsorizzare squadre nazionali in uno sport così esposto al clima.Mentre in TV vengono mostrate immagini patinate di splendidi dintorni e artisti scintillanti, le sfide per tenerle lontane dal pubblico sono più importanti.

In altre parole, esattamente ciò di cui abbiamo accusato il Qatar.

I diritti umani universali sono davvero solo per l’Occidente?

La Norvegia ha approfittato dei preparativi per la Coppa del mondo di calcio come piattaforma i nostri Commenta la situazione dei lavoratori migranti in Qatar – e la loro mancanza di rispetto per i diritti umani universali.

I diritti politici, religiosi e soprattutto umani sono detti universali in quanto esprimono le libertà ei diritti fondamentali di ogni individuo ovunque si trovi nel mondo.

Tuttavia, queste sono viste in molti paesi come invenzioni occidentali, adatte a continuare a imporre una forma di imperialismo culturale e ideologico a paesi in altre parti del mondo con cultura diversa, religione diversa e forse sfide completamente diverse.

Dove la gara di Coppa del Mondo di sci di fondo purtroppo non coinvolge il mondo a sud di Kristiansund, la Coppa del Mondo di calcio è un evento globale.

L’organizzatore del WC Norvegia è un obiettivo importante

Quindi, se immaginiamo che in uno scenario ipotetico, la Norvegia organizzi il Mondiale come lo sport più grande del mondo e abbia tutta l’attenzione internazionale sulla nostra società e le nostre priorità morali, questa discussione sarebbe completamente diversa.

READ  Violenza, Assalto | Tiril (19) ha detto di no, lasciando sangue e ferite per terra

Il Pakistan e il Bangladesh potrebbero aver minacciato di boicottare l’intera Coppa del Mondo in Norvegia perché la loro riluttanza a ridurre l’esplorazione petrolifera contribuisce al riscaldamento globale, che sta provocando così tanto caos nei loro paesi.

Oppure gli stati insulari come Vanuadu e Kiribati hanno informato il mondo che paesi come la Norvegia sono sulla buona strada per distruggere completamente i loro paesi quando si verificano turbolenze marine.

No, non saranno idonei per il WC. Ma questo non dovrebbe mai impedire a chi vuole criticare l’organizzatore del WC di alzare la voce.

Spiega loro come non possono tollerare ciò che accade nel paese ospitante sulla base degli standard a cui pensano che dovremmo essere all’altezza.

La lotta per il clima è così urgente che non può essere rinviata o depriorizzata se prevale su qualcosa di così importante come la lotta per i diritti umani.

Se solo Gianni avesse realizzato la Norvegia

Un Gianni Infantino avrebbe potuto chiamare la stampa mondiale sulla strada per la rielezione, il norvegese ha raccontato come si sentiva e all’uscita ha stretto felicemente le spalle di un Audun Lisboken, raccontando a tutti della collaborazione tra FIFA e FIFA. I politici nella roccaforte democratica della Norvegia hanno rinviato il 26° round di licenze.

Presidente: Gianni Infantino.

Foto: ODD Anderson / AFP

Ciò significa che puoi aspettarti una festa della Coppa del Mondo per i secoli, con partite che si svolgono in arene nuovissime e ovviamente a impatto climatico zero a Mellos, Nedre Eiker e Aspmyra.

Tutto è presentato meglio con la versione aggiornata L’app FIFA+.

La Norvegia non vincerà i mondiali di calcio. Qualcuno direbbe che un paese come l’Arabia Saudita stia accarezzando l’idea di ospitare le Olimpiadi invernali in una città nuova di zecca costruita nel deserto. Ma così è il mondo.

Invece, i manifestanti devono utilizzare le arene disponibili alla periferia qui – e tendono a coinvolgere maggiormente i norvegesi. Ecco perché compaiono nella foresta dove si svolge lo sci di fondo.

Prima a Beitostølen, c’è stata la notizia di “Morgendagen smelter”, uno strano remake del talent show sponsorizzato da Equinor “Morgendagens helter”. Durante la Coppa del Mondo di Lillehammer, si diceva semplicemente “Stop the Oil Spilling”.

Se avessero visto cosa è successo sulle piste intorno alla nostra città olimpica dal 1994, alcuni dei cosiddetti responsabili in Qatar si sarebbero messi a ridere. Indipendentemente dal fatto che rischi di danneggiare artisti innocenti.

Giacimenti petroliferi: i lavoratori migranti norvegesi?

Nessuno cattura le proteste climatiche come il Qatar.

Gli avversari non hanno ambizioni. Il testo sugli striscioni trasmessi in tutto il mondo era in norvegese. Ti adatterai al tuo pubblico.

Ma se l’avessi visto in un paese del Medio Oriente, penso che molte persone avrebbero riso. Pensavo che la Norvegia avesse avuto un assaggio della sua stessa medicina.

Forse si pensa qualcosa di più vicino alla verità, che la moralità di una persona sia il doppio standard di un’altra.

La Norvegia deve fermare i camion carichi di neve artificiale immagazzinata da Lillehammer al lago Sjusjon per ospitare la cerimonia di apertura nazionale del biathlon, dicendo al mondo che qui tutto è bello, bello, verde e rispettoso del clima.

Questo è il modo in cui ripuliamo la nostra posizione di principale produttore di danni climatici.

Lascia che Equinor, Acre e Nammo paghino per una coscienza migliore sponsorizzando i nostri atleti invernali.

I giacimenti petroliferi del nord sono in un certo senso lavoratori migranti norvegesi – TUn negozio con la coscienza sporca, Barth Ede e Vedam preferiscono stare alla larga dal pubblico internazionale.

Invece Olve Gravklev, portavoce di Stop Oil Drilling. Indossa una giacca Si dice che sia un prodotto ufficiale della serie di corse americane NASCAR. Non c’è mai una sola verità.

Non limitarti a guardare i manifestanti per gli alberi

Uno dei grandi momenti di tensione durante il fine settimana della Coppa del Mondo a Beitostølen è stato se i tifosi sarebbero tornati e avrebbero superato le numerose guardie. Con le guardie di 80 anni che circondano il tappeto erboso dello stadio dei Mondiali in Qatar, un appassionato italiano può riprendersi, tutti capiscono che è difficile fermare chi vuole usare lo sport come un’arena sulle piste da sci nella giungla. .

Coloro che vogliono vedere cosa succede intorno alle piste di sci di fondo a Beitostølen dovrebbero altrimenti sintonizzarsi su NRK. 10 sabato. La versione del Qatar di Sports Washing segue da NRK e TV 2 16 e successive.

Buon fine settimana sportivo.

In questa trasmissione viene discusso il caos che circonda la Coppa del Mondo FIFA in Qatar.