Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– I bambini di 12 anni ricevono pubblicità di pillole dimagranti

– I bambini di 12 anni ricevono pubblicità di pillole dimagranti

Carrie Elisabeth Kaski (SV) Fotografia: Hallgeir Vågenes / VG

Gli annunci rivolti ai bambini sono vietati in televisione, ma sono disponibili gratuitamente sui tablet. SV vuole porre fine a tutto questo.

Kari Elisabeth Kaski di SV vuole affrontare grandi aziende tecnologiche come Meta, Google e TikTok.

Lei ritiene che un gruppo in particolare paghi un prezzo elevato quando le aziende approfittano delle informazioni.

Bambini e giovani.

– Raccolgono soldi vendendo informazioni su di noi, soprattutto sui nostri figli, dice il deputato.

E altro ancora:

I bambini sono esposti a pubblicità aggressiva e mirata. E quando usano le app a scuola, le informazioni su di esse vengono vendute dai giganti della tecnologia globale.

Kaski ritiene che i politici norvegesi abbiano da tempo lasciato la lotta contro le grandi aziende al Consiglio dei consumatori e all'Autorità norvegese per la protezione dei dati, e ritiene che sia giunto il momento che i politici agiscano.

– Un gigantesco paradosso

Vuole vietare la pubblicità diretta ai bambini e ai giovani di età inferiore ai 18 anni.

– È una grande ironia che noi vietiamo la pubblicità indirizzata ai bambini in TV, mentre è gratuita quando gli stessi bambini usano un iPad.

READ  Guerra in Ucraina: - Nuovo studio: le conseguenze economiche saranno peggiori

La Commissione per la Privacy l'ha esaminato e ha documentato che una ragazzina di 12 anni ha ricevuto una pubblicità di pillole dimagranti mentre usava la calcolatrice sul suo iPad, ha detto.

Carrie Elizabeth Caskey critica il modo in cui i bambini vengono influenzati dalla pubblicità online aggressiva. Foto: Frode Hansen/VG

Parlare di vietare TikTok o di una scuola senza dispositivi mobili è un vicolo cieco in questo contesto. Perché gli studenti hanno ancora schermi e tablet in classe.

Vuoi vietare

Caskey vuole anche vietare la “tecnologia che crea dipendenza”, preferibilmente in modo ampio, ma prendendo di mira prima i bambini.

Queste sono funzioni come “Strisce“O”Rulli».

Kaski vuole anche tassare le grandi aziende tecnologiche per il valore che creano in Norvegia.

Come politici, dobbiamo frenare il potere dei giganti della tecnologia sulle nostre menti. Queste sono grandi domande e non possiamo lasciare che siano i genitori o gli insegnanti a decidere.

-Dobbiamo organizzarci. Perché è stato creato un enorme mercato globale che ricava enormi profitti dai nostri dati personali. Informazioni su chi sei, cosa stai cercando e dove ti trovi.

Leggi anche: Le norme descrittive dell'autorità norvegese per la protezione dei dati vengono ampliate e rese permanenti

Google: – Non vendere mai informazioni

Diversi importanti attori hanno dichiarato a VG di non raccogliere e vendere informazioni sui giovani utenti, consentendo ad altri di indirizzarli con annunci pubblicitari.

Google ha anche le proprie soluzioni per la gestione scolastica.

-Non consentiamo pubblicità rivolte ai bambini. “Non vendiamo mai informazioni ad altri, indipendentemente dall'età”, ha scritto a VG Sondre Ronander, responsabile delle comunicazioni di Google Norvegia.

READ  Il concorrente ID.Buzz di Kia ha interni che puoi costruire come un giocattolo Lego

Secondo Ronander, Google mette in atto ulteriori tutele della privacy quando si rende conto che un utente dei suoi servizi ha meno di 18 anni.

“In altre parole, è una responsabilità che prendiamo molto sul serio e disponiamo già di soluzioni importanti ed efficaci che garantiscono la sicurezza dei bambini quando utilizzano Google”, afferma Ronander.

Tiktok è diventata una delle piattaforme più utilizzate dalle giovani generazioni sui social media. I bambini e i giovani di età inferiore ai 13 anni possono utilizzare l'app, ma si sta lavorando per impedire l'accesso ai bambini di età inferiore ai 13 anni.

“Apprezziamo le preoccupazioni affrontate e possiamo confermare che non consentiamo annunci personalizzati per utenti di età inferiore ai 18 anni in Europa, né vendiamo i dati degli utenti a terzi”, afferma il consigliere stampa May-Britt Hellens per conto di TikTok. .