Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La Russia applica la dottrina delle armi nucleari nelle nuove aree dell’Ucraina – VG

MINISTRO DEGLI ESTERI: Serge Lavrov alla conferenza stampa di sabato presso la sede delle Nazioni Unite.

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha chiarito che la dottrina russa sulle armi nucleari si applicherebbe anche alle nuove aree che la Russia probabilmente annetterebbe in Ucraina.

Inserito:

È tra il 23 e il 27. Settembre “Referendum” in quattro regioni dell’Ucraina. Le persone devono rispondere sì o no se vogliono che la loro regione diventi parte della Russia. Questo vale per Donetsk, Luhansk, Kherson e Zaporizhzhya.

I leader occidentali hanno da tempo affermato di rifiutare i referendum come illegittimi.

– Questi referendum sono una farsa e non hanno legittimità. Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha firmato che questa è un’ulteriore escalation della guerra di Putin Twitter questa settimana.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha fatto riferimento a loro come “cazzate”

I media russi scrivono che le quattro aree possono farlo Verrà incorporato in Russia venerdì prossimoE sabato, alla conferenza stampa di Lavrov alle Nazioni Unite, il giornalista della Russian Army Gazette gli ha chiesto della possibilità dell’uso di armi nucleari da parte di Mosca secondo la dottrina della sicurezza anche in queste regioni dell’Ucraina?

Leggi anche

Il falco che pensa Putin non è abbastanza forte: era popolare quanto Putin

Alcuni stanno manifestando contro la guerra di Vladimir Putin. Igor Girkin (51) preme il presidente dall’altra parte.

La risposta è stata un ovvio sì, anche se formulato in modo tale che solo un vecchio diplomatico, ora politico, poteva farlo (qui nella versione un po’ semplificata di VG):

READ  Sale il bilancio delle vittime del Burkina Faso: 160 morti nella strage di sabato - VG

– L’intero territorio della Federazione Russa è sotto la piena protezione dello stato, e questo è abbastanza normale. Secondo il quotidiano dell’esercito, Lavrov ha affermato che tutte le leggi, le dottrine, i concetti e le strategie della Federazione Russa si applicano all’intero territorio. Zvezda.

Lavrov afferma che la Russia rispetterà il risultato dei “referendum”. Quali saranno i “risultati” dei referendum presentati dalla Russia probabilmente non sorprenderanno molti.

Di conseguenza, ha detto il ministro degli Esteri palma Che “la nostra dottrina della sicurezza nucleare… ha chiaramente definito le situazioni in cui ci è permesso usare armi nucleari”.

L’ex presidente Dmitry Medvedev ha detto qualcosa di simile giovedì quando ha avvertito che tutte le armi russe, comprese le armi nucleari, potrebbero essere utilizzate per difendere i territori incorporati dalla Russia.

Nel suo discorso di sabato, Lavrov ha ribadito le “giustificazioni” della Russia per l’invasione del paese vicino, che si basano sul fatto che il governo di Kiev non ha legittimità ed è governato da neonazisti che opprimono l’Ucraina orientale di lingua russa.

Sergey Lavrov ha affermato che gli Stati Uniti, come altri paesi occidentali, non si sono dichiarati parte del conflitto in Ucraina, e quindi devono rispettare gli accordi internazionali che vietano la consegna di navi da guerra, munizioni e qualsiasi equipaggiamento militare.

Il ministro degli Esteri russo ha anche accusato l’Ucraina:

Nessuno ricorda che il presidente Zelensky ha detto nel gennaio di quest’anno, molto prima dell’inizio dell’operazione militare speciale, che è stato un grave errore per l’Ucraina rinunciare alle armi nucleari quando l’Unione Sovietica è crollata. Lavrov ha affermato di aver sollevato questo argomento nei colloqui su come organizzare i problemi emergenti in Ucraina palma.

READ  - La Cina non sarà vittima di bullismo - NRK Urix - Notizie e documentari stranieri

Nota: Serge Lavrov ha detto ai giornalisti delle Nazioni Unite che dovrebbero “leggere Putin più spesso e con più attenzione”. La dichiarazione è arrivata in risposta a domande sulla percezione della Russia di porre fine alla guerra.