Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

L’energia idroelettrica si interrompe a Husnes e Karmøy – E24

Hydro sta interrompendo la produzione di alluminio a Husnes e Karmøy a causa della situazione eccezionale in Europa.

Hydro Aluminium su Karmøy.
Inserito:

esci in uno Messaggio.

Hydro ha recentemente annunciato che la società sta chiudendo un impianto in Slovacchia a causa dell’aumento dei prezzi dell’elettricità. Secondo l’azienda, anche la produzione negli stabilimenti norvegesi risente della crisi economica in Europa.

La situazione insolita nell’economia europea e nel mercato energetico sta portando a una situazione di mercato incerta ea una domanda debole per i nostri prodotti in alluminio, afferma Evind Kalevik, vicepresidente esecutivo e presidente di Hydro Aluminium Metal, secondo il rapporto.

Sebbene il 50% della capacità di produzione europea di alluminio primario sia stata temporaneamente o permanentemente chiusa nell’ultimo anno, la minore domanda sta ora portando a un accumulo di scorte che richiedono ulteriori azioni, aggiunge.

Leggi anche

Hydro chiude la maggior parte delle sue attività di alluminio in Slovacchia

Le persone non dovrebbero essere licenziate

Secondo la lettera, anche se la produzione viene tagliata, Hydro Karmøy e Hydro Husnes non ridurranno il personale o renderanno le persone in esubero.

L’azienda inizierà presto a tagliare la produzione. Con i traslochi di Hydro Husnes e Hydro Karmøy, l’azienda ridurrà la sua capacità di produzione da 110.000 a 130.000 tonnellate di alluminio all’anno.

Le due strutture si trovano nelle aree con l’elettricità più costosa della Norvegia. L’impianto Hydro si trova a Sunndal in una zona con energia elettrica più economica.

Secondo Hydro, l’interruzione della capacità ridurrà il consumo di elettricità dell’azienda tra 170 e 200 megawatt.

A regime, ciò corrisponde a un consumo compreso tra 1,5 e 1,75 terawattora (TWh) su base annua. In confronto, il consumo totale annuo di elettricità della Norvegia è di circa 140 TWh.

READ  La stagflazione spaventa gli investitori | finansavisin

– sarà disponibile

Quando Hydro utilizzerà meno elettricità, ci sarà più energia disponibile per altri consumatori nelle parti meridionali della Norvegia. Al momento c’è poca acqua nei serbatoi e l’E24 ha scritto in precedenza che lo stato sta valutando la possibilità di pagare l’industria per interrompere la produzione se sarà necessario fornire elettricità in primavera.

– La capacità in eccesso sarà fornita al mercato e ora avremo un surplus, afferma il CIO Halvor Moland di Norsk Hydro all’E24.

– Lo sfondo della chiusura parziale è un calo del mercato e le azioni si stanno accumulando. Quando lo faremo per la prima volta, sceglieremo le aree in cui il costo di chiusura sarà il più basso. Quindi, in questo senso, i prezzi dell’elettricità hanno un impatto, dice.

Leggi anche

Questo è il modo in cui Aasland eviterà di spegnere le luci nei salotti norvegesi quest’inverno

– buon argomento

Nonostante la crescente incertezza e il calo delle prospettive di mercato a breve termine, Hydro crede in un aumento della domanda nel tempo.

“Riteniamo che le solide condizioni quadro del settore in Norvegia, incluso l’accesso all’energia rinnovabile, significhino che il business dell’alluminio norvegese di Hydro sarà ben posizionato nel mercato in crescita dell’alluminio a basse emissioni di carbonio”, afferma Kalevik.

Ha indicato che la società accelererà gli investimenti pianificati e svilupperà ulteriormente le sue strutture al fine di far crescere la domanda futura nel periodo di bassa attività.

Leggi anche

I prezzi elevati dell’elettricità hanno indotto Alcoa Lista a interrompere la produzione

Entrare in recessione

Il direttore Knut Sunde di Norsk Industri è preoccupato che la situazione in Europa influirà più del solo Norsk Hydro.

READ  Continua la promozione della corona - il dollaro più conveniente in due mesi - E24

“Il prezzo dell’alluminio è sceso molto ultimamente, il che è un’indicazione dei tempi in cui stiamo entrando”, ha detto a E24.

Sund osserva che il prezzo dell’alluminio e di una serie di altre materie prime sta diminuendo, in parte perché i problemi della catena del valore mondiale stanno per essere risolti, ma anche perché l’Europa sta per fermarsi.

– Stiamo entrando in una recessione in Europa ora, perché l’industria nel continente e in Germania deve fermarsi perché i prezzi dell’energia sono così estremi, dice.

Ritiene che il governo non avesse una comprensione sufficiente del fatto che l’Europa si stava spostando troppo rapidamente da un periodo di alta attività a un periodo di bassa attività.

– Spesso la macchina del governo è un po’ dietro il grilletto, guardando i dati di sei mesi. La gratificazione ora è che Ida Wolden Bache e la Norges Bank sono chiare sul fatto che l’economia norvegese ha superato il suo picco ed è sulla buona strada per una recessione. Nessuno nel distretto governativo l’ha ancora inventato, dice Sund.

– Ma è importante capire cosa sta succedendo ora. supporto della forza Quello che è arrivato venerdì è caratterizzato dal fatto che il governo dice da nove mesi che questo sussidio non è necessario perché eravamo in boom, dice.

Teme che la crisi in Europa e l’energia costosa porti al fallimento e crede che il mondo degli affari avrà bisogno di aiuto e sostegno fino all’inverno.

– Ora resta da vedere come la recessione in Germania influisca sulla Norvegia. Avremo un alto livello di attività dovuto, tra l’altro, agli investimenti petroliferi, ma allo spegnimento del motore tedesco tutti i paesi europei se ne accorgeranno. Quello che Hydro sta facendo ora, dice Sund, riflette che il prezzo dell’alluminio è sceso molto.

READ  Il colosso tecnologico di Buffett raggiunge i 41 miliardi
Knutsund Direttore dell’industria norvegese.

Leggi anche

I leader del settore sono felici di aiutare l’energia a breve termine: – La preoccupazione più grande è il 2023