Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il miliardario che potrebbe non aver mai viaggiato nello spazio – NRK Urix – Notizie e documentari stranieri

Jeff Bezos, l’uomo più ricco del mondo, crede che sarà ancora il primo uomo nello spazio.

Questo nonostante il fondatore della Virgin, Sir Richard Branson, ieri fosse un passeggero della sua nave privata. Diversi media, tra cui NRK, hanno descritto il viaggio come “una breve visita nello spazio”.

Branson era seduto nell’aereo a razzo “SpaceShipTwo, VSS Unity” quando ha raggiunto un’altitudine di 80 chilometri dal suolo.

Tra poco più di una settimana, Bezos sarà un passeggero in un razzo New Shepard. È la nave della compagnia Blue Origin di proprietà di Bezos. Se il volo va bene, Bezos si alzerà a più di cento chilometri sopra la superficie terrestre.

Non si può andare oltre: l’aereo VSS Unity ha preso un violento calcio da un motore a razzo ed è stato lanciato in aria. Il motore non è abbastanza potente per mandare l’aereo a più di cento chilometri.

Foto: Virgin Galactic/Reuters

Non sarà approvato

Un centinaio di chilometri sopra la superficie terrestre è il confine tra lo spazio e l’atmosfera terrestre. Questa è la posizione della Fédération Aéronautique Internationale, atto Che tiene traccia dei registri di volo.

Henrik Åkerstedt al FAI

Non ottiene: Henrik edkerstedt è il vicepresidente del comitato che decide se qualcosa è un record nello spazio. È stato riferito che Branson non sarà approvato per il suo volo come volo spaziale.

Foto: privato

Lo svedese Henrik Åkerstedt è vicepresidente del Committee on Astronautical Records presso la FAI. Sono quelli che pensano di ottenere numeri record nei viaggi nello spazio.

– Non lo tratteremo come un volo spaziale, dice Åkerstrøm a NRK.

Ma ciò che è chiaro sullo svedese è che Branson era già in una posizione elevata. Dice anche che “puramente testando” non c’è differenza tra ottanta e cento chilometri.

– Ho chiesto informazioni agli astronauti e hanno detto che sembra esattamente lo stesso. Sei fuori in una stanza nera, dice Ockerstedt, e c’è un pianeta rotondo sotto di te.

Jeff Bezos davanti alla capsula spaziale che starà in cima a un razzo New Shepard صاروخ

Elemento reale: Jeff Bezos davanti alla capsula che sarà in cima a un razzo New Shepard. Bezos dovrebbe usarlo il 20 luglio per entrare nella stanza in pochi minuti.

Foto: Isaiah Downing/Reuters

Erter Branson

Il fatto che la nave di Richard Branson non possa raggiungere lo spazio è qualcosa che Jeff Bezos ha sottolineato più volte di recente.

L’account Blue Origin, tra le altre cose, ha pubblicato un confronto tra SpaceShipTwo e New Shepard.

In questo confronto, la nave di Branson non è stata così fortunata. Non raggiunge quella stanza, non è un razzo e ha finestre più piccole perforate.

Perché gli americani sono diversi?

dai paesi dello spazio solo americaniأمريكا che è lungo 80 chilometri come il confine dello spazio.

Così gli astronauti di Branson sono stati consegnati ieri dalle autorità aeronautiche statunitensi.

È stata l’aeronautica americana a iniziare con il limite di 80 chilometri. Alla fine degli anni ’50, avevano l’ambizione di inviare piloti nello spazio. Allora non avevano attrezzature in grado di farlo, ma Racketfleet X-15 Era in fase di sviluppo.

L’X-15 può probabilmente raggiungere solo un centinaio di chilometri, ma di sicuro può arrivare fino a ottanta.

Il razzo doveva essere utilizzato dalla NASA e ha adottato un limite di ottanta chilometri. Il risultato fu che cinque piloti militari e tre civili raggiunsero le frontiere dello spazio americano a bordo dell’X-15 negli anni ’60.

Neil Armstrong davanti a un missile X-15

Primo: Neil Armstrong non ha ricevuto astronauti quando ha pilotato un razzo X-15. Non raggiunse un’altitudine di ottanta chilometri. Il distintivo d’oro dell’astronauta di Armstrong è stato assegnato dopo il volo Gemini 8, quindi era in vigore quando in seguito divenne il primo uomo sulla luna.

Foto: NASA/AFP

Le ali contano

I piloti militari hanno portato i loro astronauti qua e là, ma non i civili. L’hanno preso per la prima volta nel 2005.

La ragione di ciò sono i voli effettuati dalla prima compagnia di aerei missilistici, Virgin Galactic. Astronave uno Ha volato tre volte sopra i cento chilometri nel 2004. Successivamente, la FAA ha dato gli astronauti ai piloti collaudatori Mike Melville e Brian Penny. Poi la NASA decise che anche i suoi piloti degli anni ’60 avrebbero dovuto prendere i loro piloti.

L’ulteriore sviluppo di SpaceShipOne, SpaceShipTwo, non ha potuto raggiungere il livello del suo predecessore. Ecco perché ieri Branson ha percorso solo ottanta miglia.

Rumturista Dennis Tito I 2001

Il primo turista: Dennis Tito durante il volo nel 2001. Ora si discute se un turista spaziale dovrebbe ricevere il titolo di co-astronave piuttosto che un astronauta.

Foto: Piscina/AP

rappresenta l’umanità

Il primo turista spaziale di Dennis Tito potrebbe non essere stato un astronauta. Ha trascorso diversi giorni a bordo della Stazione Spaziale Internazionale nel 2001 e ha subito un addestramento pre-volo.

Quello che non aveva era lavoro da fare nella stanza. Era solo durante il volo. una definizione da un astronauta, da Space Legal Issues, escludendo così Tito dai ranghi.

Altra definizione di astronauta gli conferisce il diritto di indossare le ali da astronauta. Ciò deriva dal pensiero alla base della Convenzione delle Nazioni Unite sugli usi pacifici dello spazio. a Il Trattato sullo spazio extraatmosferico del 1967 L’articolo 5 afferma che i paesi devono trattare gli astronauti come inviati nello spazio per il bene dell’umanità.

Secondo questa definizione, tutti nello spazio sono astronauti, indipendentemente dalla brevità del tempo e dal ruolo che svolgono.

Branson è un astronauta?

Quella definizione non si applicherebbe a Branson, secondo la FAI, perché non era nello spazio. È ancora possibile, in un secondo momento.

Non mi dispiace che Branson si definisca astronauta. Si tratta di rendere la stanza più accessibile a più persone, afferma Swede Åkerstedt.

Dice che il limite dei cento chilometri è in circolazione da molto tempo, e ci sono argomenti a favore e contro, quindi ha senso mantenerlo.

Ora c’è un dibattito sul fatto che ce ne siano ottanta o cento che dovrebbero essere anche la nostra definizione del futuro, ma non so in cosa cadiamo, dice Ockerstead.

READ  Rand Paul, Anthony Fauci e la strega che insegue la bandiera