Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Sotto l’orgoglio, non c’è spazio per dubbi o sfumature

Perso: l’allenatore del Rosenborg Aage Harede ringrazia Gustav Walsvik con la fascia di capitano con i colori dell’orgoglio dopo la partita della Elite Football League tra Stromsgodset e Rosenborg al Marienlist Stadium all’inizio di giugno. Il Rosenborg ha perso 1-2. Foto: Terje Bendiksby / NTB Foto: Terje Bendiksby / NTB

Con la deturpazione e l’insicurezza del lavoro, il veterano allenatore Aji Harid sarà licenziato. Si è dimenticato di camminare nel tempo.

Il calcio è stato colpito da molti boicottaggi. Ora è propaganda arcobaleno. Non so se dovremmo.

Queste le parole dei giornali Nidaros e Adresseavisen, che ha fatto discutere l’allenatore del Rosenborg Åge Hareide, quasi dall’oggi al domani. Dopo una forte pressione, il 67enne si è poi scusato per aver usato la parola pubblicità.

Sostiene, tuttavia, che dovrebbe essere legittimo discutere su cosa “usare” il calcio.

In questo caso, non c’è spazio per sfumature, domande, dubbi o domande.

Lo sfondo delle dichiarazioni è stato il desiderio del calcio tedesco di illuminare l’Allianz Arena con i colori dell’arcobaleno durante la partita del Campionato Europeo contro l’Ungheria mercoledì della scorsa settimana.

La UEFA ha detto di no perché ha letto l’etichetta come un’etichetta politica rivolta all’Ungheria, che ha adottato il divieto di promuovere l’omosessualità ai minori. Allo stesso tempo, sottolineano che sono per i diritti dell’orgoglio e degli omosessuali.

In un comunicato stampa, il club di calcio del Rosenborg ha chiaramente preso le distanze dalla dichiarazione e ha confermato che il club sostiene il Pride, cosa che fa anche il suo allenatore di calcio, ma in questo caso non c’è spazio per sfumature, domande, dubbi o domande.

commentatore sportivo NRKJan-Peter Saltvedt ci dà la seguente lezione:

– E’ un capriccio completo. Per un uomo molto onesto poter dire che questo è molto deludente e molto provocatorio. La cosa più provocatoria è chiedere il sostegno di chiunque tu voglia stare con la propaganda della vita. Sembra così retrò e obsoleto che non riesco a credere che lo stia dicendo.

Quindi conclude che questa “non è una politica” e che Hared valorizza regimi come Cina e Bielorussia. Saltvedt alla fine si chiede se Hareide sia adatto come allenatore del Rosenborg.

Allo stesso tempo, non era il caso che nel 2021 un club che voleva essere capitano in Norvegia potesse vivere a lungo con un allenatore che si esprimesse attraverso quello che si dovrebbe chiamare lo zeitgeist e il desiderio di mostrare rispetto e solidarietà.

L’articolo continua sotto l’annuncio.

Saltvedt, per conto di canale di stato, aiuta a rendere insicuro un lavoro frettoloso distorcendo ciò che dice nell’irriconoscibile. Ci si può chiedere chi si ispira alla Cina e alla Bielorussia, con i loro media in questa materia.

Una delle poche voci sobrie in questo dibattito è il fumettista e commentatore Roar Hagen di VG. Nel podcast Giæver og Gjengen, cerca di esprimere la sua esperienza personale del caso Hareide.

– Quattro o cinque anni fa potevo disegnare questo. Oggi non oso. Ora viene letto nel contesto della polarizzazione. Diventa o o questo lo rende impossibile.

READ  Il Teatro Nazionale Sami Beaivváš offre viaggi yoik nel tempo e nello spazio - NRK Sápmi