Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Tandy parla per la prima volta dopo l’incidente – VG

Il saltatore con gli sci Daniel Andre Tandy afferma di non essere ancora stato preso dal panico a Planica e ora è tornato ad allenarsi.

Pubblicato:

Il team di Hoppland ha condiviso un video mercoledì In un’intervista a Daniel André Tande dove ha parlato per la prima volta dopo il grave incidente di Planica a fine marzo.

Ho pianto bene quando li ho visti per la prima volta, racconta di lei quando ha visto la sua ragazza e sua madre per la prima volta dopo essersi svegliato dal coma. Questa è anche una delle prime cose che ricorda dopo la caduta.

Dice che significa molto che siano ricoverati a Lubiana.

– Sarebbe stato un peccato se fossi stato sdraiato lì da solo, dice.

Daniel André Tandy Sono caduto pesantemente sulla pista di volo con gli sci a Planica alla fine di marzo. È stato portato in un ospedale di Lubiana in elicottero. Lì gli fu diagnosticata una clavicola rotta e un polmone perforato. Il 27enne è stato poi messo in coma artificiale. Poco più di una settimana dopo, è stato portato in ambulanza in un ospedale norvegese.

Parla con uno dei medici che lo hanno assistito e curato.

Hanno stimato che ero senza polso da due minuti e mezzo a tre minuti. Tandy dice che non era solo quello.

In effetti, la sua clavicola era completamente rotta, hanno scoperto mentre era sdraiato sul tavolo operatorio.

– Non l’ho visto ai raggi X. In tutto, ho dieci viti che tengono in posizione molti pezzi, dice Tandy, che ha detto di aver avuto quattro emorragie cerebrali interne dopo lo spavento.

READ  Giornalista De Vries che è stato ucciso VG

Il dente è stato posto in coma artificiale dopo la caduta. Foto: Srdjan Zivolovic/X00501

Uno dei sanguinamenti era nel cervello vicino all’area che controlla la personalità, ma anche cose come concentrazione e concentrazione.

– Se c’è un’emorragia abbastanza grande, mi sveglierò come tutti gli altri. Se ci fosse stata una forte emorragia, dice Tandy, ora potrei essere una persona completamente diversa.

Leggi anche

Ecco Tandy tornato dopo essere stato spaventato: – Gli manca pattinare

Nel video ora condiviso, Tande ha detto che sta bene, che è felice di essere tornato di nuovo ai normali allenamenti e che altrimenti è “troppo cresciuto”.

Alla domanda su cosa ricorda della caduta, Tandy ha risposto:

– Non ricordo proprio niente.

– L’ultima cosa che ricordo è il giorno in cui siamo andati in Slovenia, dove sono andato a fare una passeggiata con mia sorella e il suo compagno. Tandy dice, questa è l’ultima cosa che ricordo.

Che senso ha non ricordare una caduta così drammatica?

– Penso che sia quasi altrettanto buono, dice Tandy.

Qui, Tande viene effettuato dalle squadre di soccorso dopo la terribile caduta a Planica il 25 marzo. Foto: Grzegorz Momot / PAP

– È un po’ come quando ho incontrato il resto dei ragazzi al primo raduno, è stato ancora più scioccante per loro, perché già lo ricordano. Non lo faccio.

Tandy ha visto il salto in passato, perché dice nel video che pensa che prima di tutto sembri un buon salto da un punto di vista tecnico. Ma poi succede qualcosa.

– Nella prima fase del salto dove “chiamerò” gli sci, come li chiamiamo noi, ho gli sci molto piatti, quindi ci sarà molta pressione. E poi provo a spingere un po’ via la slitta, così posso girare, ma poi spingo via la slitta sinistra un po’ facilmente e senza intoppi, Tandy descrive i drammatici secondi nell’aria.

READ  Vertice militare nelle foreste finlandesi - importante anche per la Norvegia - NRK Urix - Notizie e documentari esteri

Non pensava che il grave incidente avrebbe influito di nuovo sul suo salto in futuro.

– Non vedo l’ora di ricominciare a saltare.

Spera di essere a terra per il salto già a luglio.

– Non hai paura dopo questa caduta?

– Resta da vedere, non lo sono ancora. Ma forse il corpo reagisce un po’ la prima volta che devo saltare di nuovo, ma non immagino che saltare su una collina normale e una grande collina sarebbe un problema, dice Tandy, che pensa che ci saranno più nervi la prima volta ci prova, sul volo in pista scia di nuovo.

– Come sarebbe tornare di nuovo a Planica?

– Non vedo davvero l’ora, perché è qualcosa che voglio davvero fare, sconfiggere di nuovo la Terra e sperare di saltare via. Non voglio che questo significhi che non posso saltare di nuovo in un salto con gli sci completamente pazzo, dice Tandy, che sottolinea che non ha mai finito una Coppa del Mondo e salta con l’élite mondiale.