Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Un nuovo balzo del prezzo del gas – E24

Il prezzo del gas in Europa continua a salire lunedì, avvicinandosi a un livello equivalente al prezzo del petrolio a 500 dollari al barile.

Questa è la centrale elettrica a gas di RWE a Gersteinwerk in Germania.
Inserito: Inserito:

I dati di Infront mostrano che il prezzo del gas TTF olandese è in forte aumento rispetto ai livelli già elevati.

Lunedì pomeriggio, il prezzo del TTF è stato scambiato a € 290 per megawattora, rispetto a € 244 alla fine delle contrattazioni di venerdì. A Capodanno, questo prezzo era di 70 euro e un anno fa era di 41 euro.

Il prezzo di oggi corrisponde a un prezzo del petrolio di circa 480 dollari al barile. Pertanto, il costo del gas è esattamente cinque volte superiore al prezzo del petrolio. Lunedì il petrolio Brent del Mare del Nord viene scambiato a circa $ 96 al barile.

I prezzi elevati del gas sono una buona notizia per le compagnie petrolifere e del gas. Lunedì le azioni Equinor sono aumentate bruscamente fino a un massimo record di quasi 390 NOK. La quota è aumentata di circa il 65% dal nuovo anno e Equinor ora vale oltre 1.200 miliardi di NOK.

D’altra parte, i prezzi elevati del gas sono cattive notizie per i consumatori europei e per l’industria europea.

Yara, il colosso dei fertilizzanti, è tra i maggiori acquirenti di gas in Europa. La quota è scesa di oltre il 3% lunedì ed è scesa dell’8% dall’inizio dell’anno.

– Zona sconosciuta

Ultimamente, secondo Helge André Martinsen, analista petrolifero senior di DNB Markets, le oscillazioni dei prezzi nel corso della giornata di negoziazione sono state a volte maggiori di quanto non sia stato tradizionalmente il prezzo del gas.

READ  L'energia eolica ha tagliato le bollette dell'elettricità di migliaia l'anno scorso - E24

– Siamo in un territorio inesplorato con un buon margine. Ora abbiamo movimenti giornalieri più grandi del normale livello di prezzo, ha detto Martinsen a E24.

Si ritiene che il recente aumento dei prezzi del gas sia causato dalle preoccupazioni per le forniture di gas quando il consumo aumenta in inverno.

– La sfida è l’inverno in cui stiamo entrando, vediamo che c’è stato un equilibrio tra domanda e offerta nel mercato europeo del gas nonostante le restrizioni imposte alle esportazioni di gas russe, perché è entrato molto gas naturale liquefatto e perché la domanda è più debole a causa dei prezzi più elevati, afferma Martinsen.

– Ma in inverno, il flusso di gas deve generalmente aumentare di circa il 30 per cento del livello estivo, per rifornire il mercato. Dice che la capacità di importazione di GNL è ora quasi al livello invernale, quindi non hai molto da fare.

Helge Andre Martinsen, Chief Oil Analyst di DNB Markets.

Il prezzo dipende dalla Russia

Dopo un picco di oltre 200 euro a marzo, a giugno il prezzo del gas è sceso a circa 80 euro. Da allora è risorto. Martinsen non dirà nulla sul prezzo elevato.

Chi ha provato a fare previsioni ha mancato il punto. Dire che c’è un livello assoluto che il prezzo non può attraversare è pericoloso. Dice che questo è guidato solo da ciò che deciderà la Russia.

La russa Gazprom ha annunciato una sospensione di tre giorni delle esportazioni tramite il suo gasdotto Nord Stream 1 dal 31 agosto per manutenzione, osserva Martinsen. Secondo il piano, il tubo tornerà a funzionare al 20 percento della capacità.

READ  - Come respirare di nuovo liberamente - VG

Pochi vedono una soluzione immediata al conflitto tra Russia ed Europa sulla scia dell’invasione russa dell’Ucraina. Ma se si verifica uno sviluppo positivo, i prezzi potrebbero scendere rapidamente, sottolinea Martinsen.

– Ci sono pochi che pensano che i russi abbiano un grosso problema con i compressori del gas, dicono. Se è necessario aumentare le esportazioni di gas attraverso il Nord Stream 1 al 100 percento, penso che saranno in grado di farlo. Quindi sei anche una decisione politica lontana dal forte calo del prezzo del gas, dice.

Il livello di prezzo più alto per il gas finora è di 345 euro per megawattora. È successo nel day trading il 7 marzo. Il massimo di chiusura è di € 244 da venerdì della scorsa settimana.

Leggi anche

I prezzi del gas salgono alle stelle in Europa: – Putin ha il controllo reale sull’Europa

– Troppo difficile

“Crediamo fermamente che la situazione energetica dell’UE nel prossimo autunno e inverno sarà molto difficile e che non siamo affatto vicini a una situazione in cui le cose sono sull’orlo della calma”, scrive l’analista di materie prime Bjarne Schieldrop di SEB. Nota.

Crede che il presidente russo Vladimir Putin utilizzerà il gas per tutto ciò che si merita, spingendo ulteriormente le esportazioni verso l’Europa se le scorte nell’Unione europea inizieranno a raggiungere livelli più confortevoli.

“I prezzi del gas naturale sono ora così estremi sia in termini di livello che di volatilità che rischiamo che i partecipanti al mercato si ritirino dal mercato, e quindi i prezzi potrebbero finire ovunque e non hanno più senso”, ha scritto Schieldrop.

“Non abbiamo mai avuto due periodi di manutenzione in un periodo così breve prima”, scrive Martinsen, osservando che l’ultima volta che il tubo è stato chiuso per manutenzione è stato a luglio.

READ  Borsa tesa: - Come un paziente in ospedale. Ad un certo punto, una persona deve cavarsela da sola

Anche la concorrenza per le spedizioni di gas naturale liquefatto (GNL) è intensa e la Corea del Sud e il Giappone sono desiderosi di acquistare prima dell’inverno. Inoltre, l’appetito della Cina per il GNL potrebbe aumentare, dopo un periodo di calo della produzione idroelettrica a causa della siccità, osserva un analista di DNB.